Serie D: La Palmese spreca, Roccella ringrazia

215

Derby pirotecnico con tante opportunità fallite dai neroverdi. Gli amaranto passano in vantaggio con Luzzi, il pari è di Dorato. Crucitti splendido leader.

Una Palmese sprecona non riesce ad andare oltre il pareggio dopo aver creato almeno una decina di occasioni da gol. Finisce 1-1 il secondo derby calabrese del girone, risultato che soddisfa gli uomini di mister Galati, bravi nel neutralizzare la costante azione offensiva degli avversari. Sulla sponda tirrenica è già tempo per una seria riflessione su quali accorgimenti adottare visto che dopo due giornate la Palmese si ritrova con un solo punto in cassaforte. Pomeriggio soleggiato all’ombra del Sant’Elia, 800 circa gli spettatori paganti, 30 i tifosi ospiti.

Subito pericolosa la Palmese al 4′ del primo tempo con Dorato che difende palla e lancia Zampaglione che manda di poco a lato. Un minuto più tardi scatta la prima prima ammonizione della partita: il cartellino giallo è per Minici dopo un brutto fallo a centrocampo su un Crucitti davvero magistrale. Subito dopo però è il Roccella a colpire e passare in vantaggio con Luzzi che raccoglie un lancio battendo di testa il portiere: la palla prende una traiettoria dolce, sbatte contro il secondo palo e va a finire in rete. Non essente da colpe Lugliese.

La Palmese cerca di reagire: al 20′ è Zampaglione a colpire il palo con un gran tiro da fuori. Poi ancora pericolosi Crucitti, vero mattatore della partita, e Dorato di testa. Al 28′ il centrocampista della Palmese scende di progressione lungo la fascia destra ed effettua un traversone per Bondadio che spara alto. Dopo qualche minuto è lo stesso Bonadio a crossare in area: Dorato allunga di testa verso Zampaglione che stoppa e rimette in mezzo verso l’argentino che realizza il gol dell’ ex. E’ 1-1.

Al 35′ sforbiciata di Zampaglione impegna un sempre attento Mittica. Sul finire del primo tempo, ancora un cross di Zampaglione: Dorato colpisce di testa e la palla esce di poco a lato.

Il secondo tempo riprende con Dal Torrione che manda in campo De Marco al posto di Bonadio. Al 20′ Cassaro si fa trovare in avanti ma il suo tiro finisce tra le braccia del portiere. Al 23′ ammonito anche sapone per fallo su Khanfri: la punizione che ne segue si infrange sulla barriera. Ancora un cambio per la Palmese: al 30′ entra Amico al posto di uno Zampaglione ormai stanco. Un fallo su Crucitti al limite dell’area, al 32′, scalda gli animi e l’arbitro manda negli spogliatoi l’allenatore in seconda dei neroverdi, La Serra, per proteste. Al 35′ saltano in due i difensori del Roccella e tolgono dalla testa di Cassaro una palla destinata a finire in rete. Al 37′ uno scatenato De Marco ancora pericoloso dribbla, rientra e tira, Mittica però blocca senza problemi. Al 40′ erroraccio di Pellegrino che non trattiene un traversone respinto: la palla attraversa tutta l’area ma, per fortuna della Palmese, non ci sono attaccanti del Roccella a spingerla dentro. La Palmese comincia a mancare di lucidità e rischia la beffa. Al 45′ fantastico Crucitti che salta almeno 5 giocatori ma conclude sul portiere.

PALMESE-ROCCELLA 1-1

Marcatori: 9’ pt Luzzi A. (R), 32’ pt. Dorato S.M. (P).

Palmese: Pellegrino P., Lavilla S., Cassaro D. (K), Corso D, Lugliese R., Taverniti M, Zampaglione (dal 30’ st. Amico T.), Crucitti A., Dorato S.M, Sapone G. (dal 37’ st. Scoppetta S.), Bonadio D. (dal 5’ del st De Marco G.). All. Dal Torrione.

Roccella: Mittica R., Cordova C., Filippone (dal 11’ st. Lombardo N.), Mancino R., Minici R., Coluccio A. (K), Cornacchia N., Khanfri A., Bulevardi G., Laaribi M., Luzzi A. (dal 25’ st. Panaia A.). All. Galati.

Arbitro Saia di Palermo.

Spettatori: 800 circa (30 circa gli ospiti).

Dal Torrione” Poco lucidi nel finale” 

Una Palmese che mancina gioco ed occasioni da gol, ma alla fine i conti tornano. Non è soddisfatto del risultato il presidente dei neroverdi, Pino Carbone: “Primo tempo discreto, ma abbiamo ripetuto gli stessi errori della settimana scorsa; nel secondo tempo non è è stata una grande Palmese: ho visto una squadra un po’ spenta. Posso dire che stiamo analizzando bene quello che sta avvenendo e i correttivi da apportare. Non facciamo alcun dramma, siamo convinti che questi ragazzi siano abbastanza forti per salvare la categoria, che il nostro obiettivo primario.

Quanto è amareggiato per il risultato ?

“Bisogna capire innanzi tutto cos’è che non va perché quando una squadra non gioca al massimo, ci sono dei motivi. Stiamo analizzando tutte le possibili soluzioni”.

Non nasconde la delusione il tecnico Dal Torrione” Tre punti buttati al vento in una partita in cui abbiamo dominato. Non possiamo essere così spreconi sottoporta. Abbiamo commesso un errore su un lancio lungo e siamo stati puniti immediatamente. Per quanto riguarda noi, vuoi per imprecisione o per sfortuna, abbiamo perso tre punti: il mio rammarico è questo;: Quando una squadra arriva sei, sette volta in porta e non riesce a concludere, io non ho ricette. Un allenatore si deve preoccupare che la sua squadra produca gioco: oggi non è stato finalizzato, contro una squadra che ha badato solo a difendersi e ha fatto un solo tiro in porta”.

Nel finale è mancata un po’ di lucidità ?

“Quando si sbaglia sottoporta e non si riesce a segnare è normale che poi l’apprensione, sotto il profilo mentale e fisico, cresce e ci possono essere errori banali che potevano portare alla beffa. Non riusciamo a buttare palla dentro, è la nostra difficoltà oggi. Dobbiamo imparare ad essere più cinici”.

Roccella: il vice Raso “Abbiamo sofferto solo nel 1° tempo”.

Per il Roccella si presenta l’allenatore in seconda Raso con Galati a fine gara dolorante alla schiena: “Siamo più che soddisfatti di questa prestazione, anche perché sapevano di incontrare una squadra fortissima. Abbiamo fatto bene per i primi 20 minuti ma, dopo la rete di Luzzi, siamo scomparsi e abbiamo concesso un po’ troppo alla Palmese che poteva anche fare un altro gol. Devo ammettere che, nella prima frazione di gioco, la Palmese è stata sfortunata ed effettivamente merita di più. Nel secondo tempo, invece siamo usciti fuori alla grande; potevano anche vincere se solo fossimo rimasti più tranquilli. Ricordo la bella azione di Crucitti, protagonista di una magnifica prestazione, poi da parte loro non ricordo altro”.

L’approccio positivo della squadra ha colto di sorpresa la Palmese ?

“Cerchiamo di approcciare tutte la partite così, giochiamo sempre per vincere. Questa è la mentalità del Roccella”:

Qual’ è l’obiettivo da raggiungere ?

“Disputare un bel campionato, ripetere quanto fatto l’anno scorso. Siamo una squadra molto giovane, quindi ottenere la salvezza sarà come ottenere la vittoria del campionato”.

Più che soddisfatto l’autore del gol del vantaggio, Luzzi: “Sono stato cinico. Abbiamo preparato bene questa partita, anche se sapevano di affrontare una grande squadra”.

Te li aspettavi così forti i neroverdi ?

“Si, possono andare lontano. Per me è la prima volta che gioco questo girone, è una buona squadra, può fare bene”.

La sostituzione a metà del secondo tempo ?

“Non ho effettuato il ritiro e non ho ancora i 90 minuti nella gambe. Ma oggi è andata bene cosi!”.

(fonte Gazzetta del Sud)

palmese2

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.