BRUNO PANUZZO ED I RAGAZZI DI “RICA” RICEVUTI IN QUIRINALE

451

 

“Rica” di Bruno Panuzzo c’è L’ha fatta: giunge a Roma in Quirinale per la propria conservazione nella Biblioteca nazionale. La notizia giunge come una sorta di “miracolo” e come il suggello ad uno sforzo immane, compiuto da questi meravigliosi giovani locridei capitanati dall’artista Bruno Panuzzo. Questa vittoria è figlia di molti padri: Bruno Panuzzo autore e regista nonché interprete della colonna sonora (basata sulle musiche dei Beatles); Luigi Luppola presidente dell’Official Beatles Fan Club Pepperland di Roma; del Sindaco di Ferruzzano Maria Romeo, che ha cooperato degnamente alla realizzazione del progetto (intitolando tra l’altro a John Lennon l’anfiteatro d’imminente edificazione nella cittadina rivierasca) e di tutti i ragazzi e gli attori, che hanno cooperato con entusiasmo alla realizzazione di questo trionfale progetto. “Varcare la porta del Quirinale, credo sia la soddisfazione più grande, che un cittadino italiano innamorato della propria Nazione, possa provare…” queste sono state le parole di Bruno Panuzzo, il quale, per la seconda volta consecutiva, viene ricevuto al Colle per consegnare una propria opera basata su tematiche sociali di rilievo. Questa grande vittoria dovrebbe divenire, a nostro avviso, un’enorme punto d’orgoglio per la Locride. All’interno del Quirinale, a fare gli onori di casa è la Dottoressa Eleonora Di Giuseppe (una delle molteplici valide collaboratrici del Presidente della Repubblica Italina Sergio Mattarella). Dopo la breve cerimonia di consegna dell’opera e gli omaggi simbolici della terra di Calabria (diretti al Presidente della Repubblica ed al Professor Godart), inizia per i giovani di “Rica” il tour nel Palazzo del Quirinale. I ragazzi ripercorrono quei luoghi, che hanno scandito la storia d’Italia e le loro intime emozioni assumono gli aspetti più molteplici. I ragazzi di “Rica”, grazie al proprio impegno ed al loro talento, giungono nel luogo simbolo della nazione Italia. Essi, divengono nel contempo, i “portatori” di un concreto segnale di speranza e di cambiamento sociale, che giunge dalla terra di Calabria. “Rica” si è dimostrato un progetto di valore storico, riuscendo lì dove nessuno era ancora riuscito. Va conferito grande merito a questi giovani, e soprattutto a Bruno Panuzzo, il quale ha portato nella Locride una ventata di positività: scandita da grandi momenti di “comunione sociale” tra i giovani e le Istituzioni nazionali.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.