Eccellenza – Segnali positivi per il Locri

231

Le risposte ci sono e sono state quasi tutti confortanti. Il Locri che già in casa del Sambiase aveva lasciato qualcosa di buono, contro il Siderno in coppa si è fatto apprezzare sul piano del gioco e della corsa, delle idee e della determinazione. Tutti segnali positivi, allora, per mister Francesco Ferraro, anche se ovviamente ci sono altri aspetti da migliorare, in particolare sul piano dell’intensità del gioco e anche della concretezza sotto porta, perché gli amaranto ancora non riescono ad essere incisivi in fase di realizzazione. Lo dimostrano i tre gol messi a segno tra campionato e coppa nelle sei gare che contano, ossia contro avversari di Eccellenza.

Ma ci sarà tempo per migliorare. La crescita sembra essere graduare e se arrivano i risultati, allora migliora l’autostima e quindi si può aspirare ad arrivare a quei livelli richiesti dal tecnico amaranto. Ferraro vuole la difesa alta e questo anche per mettere in fuorigioco gli avversari. Il tecnico si aspetta molto dagli esterni, chiamati a spingere ed a creare superiorità e poi bisogna trovare il modo per mettere Scillufo, in condizione di colpire, sfruttando le caratteristiche.

Quella con il Siderno, al di là dell’eliminazione, è stata una partita più che buona dal punto di vista del gioco e ottima sul piano del risultato, perché è una partita vinta. E poiché nel calcio, che ha sottolineato lo stesso Ferraro, si viene giudicati, a torto o a ragione, soltanto o soprattutto per i risultati, la prima vittoria stagionale che conta, per il Locri, può rappresentare un buon viatico per il futuro. Ma è chiaro che domenica a Corigliano si attendono altre risposte.

Intanto la nota di merito ascritta a squadra e tecnico va estesa pure al pubblico, che al solito sa fare la differenza e sa regalare calore e sostegno come pochi in Calabria.

(fonte Quotdiano del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.