BOVALINO – LA POPOLAZIONE GUARDA CON INTERESSE L’ATTIVITA’ DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA E IL COORDINAMENTO DEGLI EVENTI COMMERCIALI, ARTISTICI, CULTURALI E LUDICI CURATI DALLA PRO LOCO

166

E’ stato un secondo incontro molto interessante quello che si è tenuto nell’aula consiliare alla presenza della Commissione Straordinaria con le associazioni turistiche, commerciali, artigianali, culturali, artistiche, imprenditoriali e con l’Arciconfraternita M. SS. Immacolata di Bovalino Superiore  Un incontro ben rappresentato che si è appalesato quasi come cartina al tornasole di una cittadina che guarda al “ nuovo-positivo” come speranza di coesione e rinnovamento: un leader, come si usa oggi, una personalità capace di aggregare, carismatica, quindi, positiva e, pertanto, da seguire. Così i Dott.ri Salvatore Cacciamo e Pastorelli viceprefetti che si stanno impegnando per dare una “scossa” al letargo che ha caratterizzato tanti anni di amministrazione. Sono riusciti a far parlare le associazioni e forse ad aprire una fase sociale diversa e costruttiva come aveva tentato Padre Giuseppe Castelli nell’intuizione del “Buongiorno Bovalino” tanto amplificato dal nostro giornale nel 2012 quando era riuscito a mettere insieme ben 6 rioni facendone, nella diversità, una sola cosa. Una sola Bovalino. Non un “leader” ma una “persona” che tentava una riconciliazione di popolo. Padre Giuseppe non è più, i Rioni sono “finiti” nell’esposizione dei propri gonfaloni nell’ampio atrio del Comune, i “presidenti” non sappiamo che fine abbiano fatto e per converso sono sorte altre decine di Associazioni con altrettanti presidenti, direttivi, segretari, probi viri. Allora, da novembre a Gennaio 2017, insieme per “dare luce, a spazi comunali (Piazze, Villa, Frazioni, Contrade) per una vera vivibilità. Manifestazioni culturali, giochi, sport in tutte le evoluzioni, grandi e bambini: calcio, pallavolo, pallacanestro; piccoli concerti, visione di film, teatro, danza, mercatini dell’artigianato locale, raccolta di materiali speciali, presepio vivente, sagre e feste popolari: San Martino a Bosco sant’Ippolito, Presepio a Bovalino Superiore. Insomma ci si aspetta una ri-partenza  propositiva anche senza fondi ma con la forza del volontariato puro e semplice, consegnando spazi (Villa e Piazze e monumenti e siti storici) a chi ha “Voglia di Bovalino” per viverla bene e farla scoprire e vivere. Il coordinamento delle attività è stato dato per acclamazione dei presenti, – la proposta a dire il vero l’ha fatta dal pubblico una sola persona – alla Pro-Loco che da ieri sera, con il presidente avv. Agostino Cucuzza si è messa all’opera per raccogliere proposte da concordare con le altre realtà associative per pervenire in tempi brevi alla pubblicizzazione di un programma comune con date certe e attività che dovranno coinvolgere tante realtà abitative di frazioni e contrade. La Commissione Straordinaria ha detto “sì” mettendo a disposizione i siti urbani e le strutture comunali offrendo la possibilità di allaccio all’energia elettrica, ad una maggiore presenza per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, pulizia dei cassonetti e quando di essenziale per il decoro di Bovalino per un periodo di tre mesi, estendibili per tutto l’anno. E’ un ottimo inizio.

(fonte ilpaese.info)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.