Serie D – La Palmese soffre, spreca e ritrova la vittoria

249

Illusorio il vantaggio di De Marco, nella ripresa il pari campano con Del Sorbo (9′) e il gol d’astuzia di Dorato (35′).

Fortunata e scaltra, La Palmese fa valere, ancora una volta la legge del “Giuseppe Lopresti” (in quest’impianto negli ultimi 3 anni ha perso solo una volta) e con un 2 a 1 sofferto ma meritato, ha la meglio su mai domo Gladiator. Vince la Palmese che sale in classifica a 10 punti. ha gioire il pubblico e allontana i fantasmi apparsi dopo la rotonda sconfitta di sette giorni prima contro la capolista Igea Virtus.

La squadra del patron Pino Carbone, dopo un avvio sprint ed il vantaggio siglato da De Marco, ha la colpa di non sfuttare le tante occasioni prodotte per chiudere il match, permettendo alla squadra di mister Squillante di farsi sotto nella ripresa acciuffando il pareggio.

La Palmese è brava a non darsi per vinta a reagire e a portarsi in vantaggio grazie ad un colpo di genio di Dorato che sfrutta una colossale dormita della difesa ospite sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Parte forte l’undici di Dal Torrione che nei primi minuti di gioco, pur senza rendersi particolarmente pericoloso, costringe sulla difensiva la squadra ospite che fatica ad uscire dalla propria metà campo. Proprio il pressing asfissiante di Dorato e compagni costringe all’errore il terzino destro della Gladiator, Mangiapia che sbaglia un facile appoggio e spalanca le porte al contropiede di De Marco che è lesto a spostare la palla e mettere fuori tempo il portiere ospite in disperata uscita e depositare in rete in tutta tranquillità.

Sembra una partita dal copione già scritto ma non è così. La Palmese, sulle ali dell’entusiasmo e spinta dal pubblico, produce occasioni su occasioni: al 12′ Crucitti va coast to coast in solitaria ma il suo tiro sibila il palo. Due minuti dopo l’azione è da manuale: Lavrendi per Dorato che di tacco senza guardare serve col contagocce l’accorrente Crucitti, il numero 8 della Palmese di prima serve sulla corsa De Marco che dal vertice destro dell’area di rigore calcia a giro con la sfera che sfiora il montante alla sinistra di Zeoli. Il primo squillo ospite arriva al 24′ quando sugli sviluppi si un calcio da fermo Fontarosa di testa impegna Pellegrino. Poi è di nuovo Palmese con Dorato prima e Bonadio poi a fallire il colpo del 2 a 0. Al 36′ sembra fatta quando Lavrendi intuisce il taglio di Bonadio che si presenta dinanzi a Zeoli, il tiro deviato balla sulla linea di porta.

Nella ripresa la Palmese abassa i ritmi e gli ospiti ne approfittano. E’ il 54′ quando Del Sorbo è servito in mezzo all’area, stop e calcio preciso in buca d’angolo dove Pellegrino non può arrivare. I neroverdi reagiscono, attaccano ma non si rendono pericolosi fino all’ 80′ quando battono a sorpresa un calcio d’angolo con Zeoli ancora fuori dai pali e per Dorato, tutto solo, è un gioco da ragazzi mettere dentro di petto. La Palmese fa festa.

Palmese – Gladiator 2-1

PALMESE: Pellegrino, Lavilla, Cassaro, Corso, Scoppetta, Misale, Bonadio (40′ st Lugliese), Crucitti, Dorato (44’ st Taverniti), Lavrendi (28’ st Zampaglione), De Marco. In panchina: Laganà, Spano, Romola, Potrone, Mallimaci, Amico. Allenatore: Mario Dal Torrione

GLADIATOR: Zeoli, Mangiapia (10’ Capitelli), Donnarumma, Gatta, Maraucci, Lagnena, Olimpo (1’ st De Carolis), Fontanarosa, Del Sorbo, Marzullo, Tedesco (24’ st Odierna). In panchina: Patella, Manzi, Anzalone, D’Anna, De Falco, Criniti. Allenatore: Luigi Squillante

RETI: 6′ De Marco (P), 55′ Del Sorbo (G), 81′ Dorato (P)

ARBITRO: Fabio Tucci di Ostia Lido (assistenti: Francesco Cortese di Palermo e Filippo Luca Scannella di Caltanissetta)

NOTE: Spettatori 800. Ammoniti: De Marco(P), Lagnena, Fontanarosa, Olimpo(G).

palmesegladiator1

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.