Serie D – Palmese travolta 3 a 0 da una scatenata Igea Virtus

378

Igea Virtus – U. S. Palmese 1912: 3-0.

Tabellino e cronaca del match:
A.S.D. IGEA VIRTUS BARCELLONA (4-3-3): Inferrera 6, Fontana 6, Dall’Oglio 6, Lanza 6, Cozza 6 (97), Di Stefano 6, Biondo 8, Mazzù (98) 6 (7’st. Di Grazia 98, 6), Facundo Lescano 8, Desi (97) 6 (15’st. Longo 98, 6), Isgrò 8 (42’st. Caputa sv).
A disposizione: Lo Monaco (96), Cava (96), Addamo, Crifò (96), De Chiara (98), De Pasquale (99).
Allenatore: Giuseppe Raffaele 7.

U. S. PALMESE 1912 (4-3-3): Pellegrino (98) 5, Lavilla (97) 5, Cassaro (K) 5, Corso 5 (26’st. Sapone 3), Scoppetta 5, Taverniti (VK) 5 (7’st. Zampaglione 5), Bonadio (97) 5, A. Crucitti 6, Matias Santiago Dorato 4, Lavrendi 5, De Marco (96) 5 (7’st. Lugliese 98, 5).
A disposizione: Laganà (98), Misale, Amico, Mallimaci (99), Romola (97), Scalone (97).
Allenatore: Mario Dal Torrione 5.

Arbitro: Signora Valentina Finzi Sezione AIA di Foligno 5,5.
Assistenti: Signor Antonio Salvatore Sezione AIA di Moliterno 5,5 e Signor Cosimo Contini Sezione AIA di Matera 5,5.

RETI: 27’pt. Facundo Lescano, 28’st. Isgrò, 35’st. Facundo Lescano.

NOTE: Spettatori 1300 circa di cui una settantina giunti da Palmi e sistemati nel settore ospiti. Manto erboso in erbetta naturale del “Carlo Stagno d’Alcontres-Barone” in perfette condizioni. Pomeriggio soleggiato con la temperatura che segnava 25° gradi. Espulsi: al 31’st. Sapone (P) per un gomitata su Biondo e al 31’st. l’allenatore dell’Igea Virtus Giuseppe Raffaele per proteste. Ammoniti: Isgrò, Biondo (I.G.), Cassaro, Bonadio, A. Crucitti e Corso (P). Calci d’angolo: 6 a 4 per l’Igea Virtus. Recupero: 2’ primo tempo e 5’ secondo tempo.

BARCELLONA POZZO DI GOTTO (ME) – Vince la sempre più capolista matricola Igea Virtus al cospetto di una Palmese che al “d’Alcontres-Barone” di Barcellona Pozzo di Gotto non ha brillato come nelle precedenti prestazioni lasciandosi affondare ed infilzare per ben tre volte dai siciliani. Sonora sconfitta dunque per la ultracentenaria Palmese firmata da un’altra doppietta dell’italo-argentino Fecundo Lescano ed una rete dal numero undici Isgrò che mettono le ali all’Igea Virtus di mister Giuseppe Raffaele che ottiene il quarto successo consecutivo mantenendo la vetta della classifica a quota 13 insieme al Rende.

LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO:
Al 18esimo incursione in area siciliana del neroverde Bonadio ma la sua conclusione viene respinta dal difensore Lanza. Vantaggio igeano al 27esimo per merito di Lescano che riceve il pallone dal numero sette Biondo, difende bene la palla per poi girarsi e mettere nell’angolino dove Pellegrino non ci arriva. La Palmese prova a reagire cercando di proporre qualche trama offensiva di gioco rendendosi pericolosa con l’altro argentino, Matias Santiago Dorato. Bonadio dalla sinistra lavora un buon pallone, cross in mezzo e deviazione di Dorato che costringe Inferrera all’intervento bloccando il pallone a terra. Al 41esimo occasione per l’Igea con Biondo che salta due avversari e crossa in area di rigore dove Isgrò di testa anticipa Cassaro ma il pallone termina a lato dalla porta difesa dall’under Pellegrino. Dopo due minuti di recupero la Signora Valentina Finzi (mediocre la sua direzione di gara) fischia la fine del primo tempo che si chiude a favore dell’Igea Virtus.

LA CRONACA DEL SECONDO TEMPO:
Al 56esimo Palmese vicinissima al pari con Dorato che a tu per tu con il portiere siciliano calcia a colpo sicuro consentendo a Inferrera di respingere di piede. Il pallone successivamente sta per entrare in porta ma sulla linea di parta salva Di Stefano. Al 60esimo l’episodio che potrebbe consentire alla Palmese di pareggiare cambiando di fatto l’esito della partita: Dorato viene atterrato in piena area di rigore. Penalty che sembra netto ma non per l’arbitro, la signora Valentina Finzi, che fa cenno di proseguire tra le proteste dei neroverdi e quelle dei supporters giunti da Palmi. Al 63esimo occasione per la capolista Igea Virtus con un’azione manovrata: cross di Biondo, sempre lui, e conclusione al volo ma debole di Lescano che Pellegrino blocca. Al 68esimo il neroverde Lavilla dalla destra calcia in porta colpendo la parte superiore della traversa. Igea Virtus vicina al raddoppio al 71esimi con Isgrò che salta un difensore neroverde calciando a botta sicura. Pellegrino devia in angolo. Al 74esimo la capolista siciliana raddoppia: gran conclusione di destro di Antonio Isgrò con il pallone che si imbuca nell’angolino alla destra dell’incolpevole numero uno neroverde. Al 76esimo la Palmese resta in dieci uomini a seguito dell’espulsione di Sapone colpevole di aver colpito con una gomitata Biondo (sempre lui!). Nella stessa azione viene espulso anche l’allenatore dell’Igea Virtus Giuseppe Raffaele mentre all’ottantesimo arriva la terza e definitiva rete dei siciliani sempre con Fecundo Lescano che fa doppietta. L’attaccante italo-argentino approfitta di un rimpallo vincente in area di rigore e di punta batte Pellegrino. Finisce 3-0 per l’Igea Virtus. La Palmese subisce la seconda sconfitta esterna di questo campionato. Domenica 9 Ottobre al leggendario “Lopresti” arrivano i campani del Gladiator di Santa a Maria Capua Vetere allenati da Luigi Squillante. Una formazione ostica ma sicuramente alla portata della Palmese di mister Maro Dal Torrione.

(fonte US Palmese ASD pagina fb)

igeapalmese1 igeapalmese2 igeapalmese3 igeapalmese4 igeapalmese5 igeapalmese6

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.