Dom. Mag 9th, 2021

Nella conferenza dei  capi gruppo convocata in data 19 settembre per fissare la data del consiglio comunale aperto per la spinosa questione dei rifiuti dell’ex BP, non si riuscì a individuare il giorno in quanto i consiglieri di maggioranza  Commisso e Sgambelluri per le date proposte del 29/30 settembre erano fuori sede.

In quell’occasione ci siamo accomiatati rimandando ad un secondo momento l’individuazione della data. Oggi mi vedo recapitare dal messo comunale la convocazione per gg 10 cm del consiglio comunale in oggetto.

Siccome coincide con un corso di aggiornamento professionale molto importante che si terrà Bologna, ho chiesto al presidente del consiglio come mai non siamo stati interpellati per stabilire la data, visto che c’era una questione pendente e che io non potevo mancare ad un appuntamento che attendevo da tempo e che è a numero stabilito. Trattasi di corso di alta specializzazione professionale indispensabile per la mia attività  di chirurgo.

Il presidente mi risponde che non è  possibile rinviare.

Onestamente rimango un po’ stupefatto da questo comportamento per niente corretto, vista la convocazione precedente e sottolineo come non essendo disponibili due consiglieri della maggioranza, viene accolto il rinvio della data. Di fatto mi si impedisce di partecipare al consiglio, utilizzando due pesi e due misure.

Orbene, per un dovere nei confronti dei cittadini mi sento di essere vicini a loro in questa battaglia a difesa della salute pubblica. Vi è un chiaro disinteresse in questo momento degli addetti ai lavori, chiunque essi siano. Un fatto del genere è  di una estrema gravità  e la latitanza degli organi preposti meriterebbe un serio intervento da parte della magistratura. Perché  quelle scorie sono ancora là e ci sono da moltissimi anni nel silenzio di tutti. Quanta gente deve pagare  dazio prima che si rimuovano quei fusti?

Avrei voluto essere in sala consigliare a esprimere dal vivo il mio sdegno per questa latitanza e la mia solidarietà ai cittadini sidernesi che combattono una guerra non facile per rivendicare il diritto a vivere lontani da sorgenti di possibili gravi malattie, ma ciò in questo momento mi è  impedito.

Sono stato invitato a produrre un documento da leggere in sede di consiglio ma preferisco la divulgazione a mezzo stampa a spiegare la mia assenza, anche per evitare che ciò venga strumentalizzato, soprattutto da personaggi poco accorti nel leggere la realtà.

Michele Cataldo “Volo”

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.