Siglato il protocollo di legalità per il nuovo Ospedale della Piana

231

La Sanità in Calabria non deve essere utopia ma traguardo effettivo dopo anni di lotte e reclami, e mentre Locri manifesta per il diritto innegabile alla dovute prestazioni sanitarie la Piana sembra aver fatto già qualche passo importante ed è pronta a dotarsi di una nuova struttura ospedaliera.

In Prefettura si è siglato il documento “congelato” dopo l’interdittiva antimafia nei confronti dell’azienda vincitrice dell’appalto Tecnis e Sintec. La ratifica del protocollo di legalità è arrivata perché il Ministro dell’interno ha dato via libera allo sblocco dell’iter burocratico del programma.

L’atto è stato sottoscritto dal Prefetto Michele di Bari, dal Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, dal Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio, Giacomino Brancati, dall’Amministratore straordinario giudiziale dell’impresa aggiudicataria, e dal sottosegretario Marco Minniti che ha definito quello della Piana un modello da seguire per la futura realizzazione delle opere pubbliche in Calabria grazie alla sinergia che hanno dimostrato Governo e Prefettura.

Il Prefetto Michele di Bari ha spiegato: “Si tratta di un protocollo che genera controlli a raggiera sia in ottica antimafia sia per tutti gli amministrativi che discendono dalla realizzazione delle opere”.

Un nuovo modo di amministrare e costruire che ben presto diventerà modello standard per tutte le più grandi costruzioni calabresi. Controlli approfonditi, dalle procedure per la tracciabilità delle transazioni finanziarie, al controllo della modalità di assunzione sino all’utilizzo delle white list per la massima trasparenza.

 “L’esperimento campione  prevede un’assunzione di responsabilità anche in capo alle imprese e ai sindacati che attraverso gli strumenti offerti dal Protocollo dovranno operare in maniera preventiva sulle possibili infiltrazioni”.

Uno sblocco che porta un po’ di positività visto la futura costruzione di un importante nosocomio in un’area strategica ma ancora è tutto da stabilire, nei prossimi giorni ci sarà l’avvio della fase operativa con la sottoscrizione del progetto esecutivo, sottoposto poi al vaglio della Regione e entro 10 mesi dall’emanazione dell’ordine di servizio l’apertura del cantiere per la realizzazione di un nosocomio d’eccellenza per ben 352 posti letto ed un investimento di 150 milioni di euro.

SARA FAZZARI

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.