Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Terremoto in Calabria? Istruzioni per l’uso.

174

ECCO COSA CONSIGLIA LA PROTEZIONE CIVILE ALLE POPOLAZIONI CHE VIVONO IN TERRITORI A RISCHIO SISMICO.
“Che cosa fare in caso di terremoto. L’informazione può salvare la vita.
Ecco le dieci regole chiave della Protezione civile per sapere che cosa fare prima, durante e dopo un terremoto e non trovarsi impreparati in caso di emergenza.

IN CASO DI SCOSSA, PRIMA DI TUTTO IDENTIFICARE POSTI SICURI ALL’INTERNO E ALL’ESTERNO.

All’interno: prima regola: trovare un riparo e accucciarsi.

All’esterno, lontano da edifici, alberi, linee telefoniche ed elettriche, cavalcavia o autostrade sopraelevate.

In dettaglio,

1.
Informati: norme sismiche e rubinetto gas
Informati sulla classificazione sismica del comune in cui risiedi. Devi sapere quali norme adottare per le costruzioni, a chi fare riferimento e quali misure sono previste in caso di emergenza. Informati anche su dove si trovano e come si chiudono i rubinetti di gas, acqua e il quadro elettrico. Durante l’evento sismico possono subire danni ed è importante sapere dove mettere le mani
2.
Niente oggetti pesanti su mensole
Se vivi in una zona sismica è buona norma evitare di tenere oggetti pesanti su mensole e scaffali particolarmente alti perché in caso di scossa, cadendo, possono diventare molto pericolosi. Inoltre gli arredi più pesanti vanno fissati al muro perché potrebbero caderti addosso
3.
Cassetta di pronto soccorso
È importante tenere in casa una cassetta di pronto soccorso. Meglio avere a portata di mano una torcia elettrica perché durante i terremoti di magnitudo elevata salta la corrente elettrica. Importante anche una radio a pile e un estintore. Tutti i membri della famiglia devono sapere dove si trovano questi oggetti
4.
Riparati sotto il vano porta
Se durante il terremoto ti trovi in un luogo al chiuso cerca riparo nel vano porta inserito in un muro portante (quello più spesso) della costruzione. Bene anche sotto le travi di legno che possono proteggere da eventuali crolli
5.
Riparati sotto un tavolo
È pericoloso durante la scossa stare vicino a mobili, oggetti pesanti o vetrate perché potrebbero caderti addosso. Meglio trovare riparo sotto un tavolo o sotto il letto
6.
Non correre verso le scale e non usare l’ascensore
Durante il terremoto è istintivo tentare di fuggire da casa il più presto possibile e dirigersi precipitosamente verso le scale, che però talvolta sono la parte più debole dell’edificio. Divieto assoluta di utilizzare l’ascensore: potrebbe bloccarsi. Durante la scossa quindi è meglio cercare riparo come detto sotto lo stipite della porta o sotto il tavolo ed attendere la fine dell’onda sismica per uscire. Quando esci di casa fallo con prudenza, indossando le scarpe perché in strada potresti ferirsi con vetri rotti e calcinacci
7.
Allontanati dalle costruzioni
Se il terremoto ti sorprende mentre ti trovi all’aperto allontanati dalle costruzioni e dalle linee elettriche perché potrebbero crollare. Evitare anche gli impianti industriali perché è possibile che si verifichino degli incendi. Non cercare di muovere persone ferite gravemente perché potresti aggravare le loro condizioni
8.
Lontano da laghi, spiagge e ponti
Durante il terremoto e anche nei minuti successivi allontanarsi dai bordi di laghi e dalle spiagge marine perché potrebbero verificarsi onde di tsunami. Se sei in auto non sostare su ponti e terreni franosi: potrebbero lesionarsi o crollare o essere investiti dalle onde di tsunami
9.
No a telefono e auto
Evita di usare il telefono e l’automobile, è necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi
10.
Evita di andare in giro a curiosare
Raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale perché bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli. Evita dunque di andare in giro a curiosare perché potresti mettere in pericolo te stesso e intralciare i soccorsi. “

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.