X edizione “Premio Cultura Mediterranea”: conferito un premio a Lucano, sindaco di Riace

262

Dialogo, accoglienza, pace: questi i valori che sin dalla sua istituzione, nel 2006, animano lo spirito del Premio per la Cultura Mediterranea – Fondazione Carical, che celebra il suo decennale venerdì 14 ottobre al Teatro Rendano di Cosenza (inizio ore 17.30) con la Cerimonia di premiazione dei Vincitori dell’edizione 2016.

Dopo dieci anni – dichiara il Presidente della Fondazione Carical, Mario Bozzo – siamo in grado di dire che la scommessa originaria è stata vinta. Volevamo un premio diverso da quelli che affollano il panorama locale e nazionale e lo abbiamo realizzato: è diverso per l’articolazione in sette sezioni, tenute insieme da un filo conduttore che è rappresentato dalle culture delle due sponde del Mediterraneo, che un tempo erano dialoganti nel reciproco rispetto delle proprie identità, mentre oggi spesso si ignorano, se non scivolano sul terreno della conflittualità.

Anche quest’anno i riconoscimenti andranno a illustri scrittori ed intellettuali impegnati nella conoscenza e nell’approfondimento delle culture dell’area mediterranea:

Sezione Società Civile: il poeta e scrittore albanese Ismail Kadare, più volte candidato alla selezione finale per il Premio Nobel e membro d’onore de l’Académie Française. Il suo primo romanzo, Il generale dell’armata morta, è considerato un capolavoro della letteratura internazionale contemporanea;

Sezione Scienze dell’Uomo: lo studioso Mohammad Ali Amir-Moezzi, uno dei massimi esperti mondiali in materia di Islamismo. Autore del Dizionario del Corano, edito da Mondadori, è titolare a l’Université Sorbonne di Parigi della cattedra che in passato è stata di intellettuali del calibro di Louis Massignon, Henry Corbin e Daniel Gimaret;

Sezione Cultura dell’Informazione: la giornalista e scrittrice iraniana Fariba Hachtroudi, in prima linea nella protesta e opposizione a qualsiasi forma di oscurantismo religioso, culturale e civile nel proprio paese, con il suo primo romanzo Iran, les rives du sang riceve il Gran Premio dei Diritti dell’Uomo. Attualmente tiene conferenze in giro per il mondo ed è ambasciatrice di messaggi di denuncia contro ogni oppressione della libertà;

Sezione Narrativa: lo scrittore Niccolò Ammaniti, per il suo ultimo romanzo Anna, pubblicato da Einaudi. Autore pluripremiato, ha collaborato spesso con il regista Premio Oscar Gabriele Salvatores alla stesura delle sceneggiature dei film tratti dai suoi libri. Anna è una favola noir, ambientata in una Sicilia post-apocalittica, che ha come protagonista una ragazzina che cerca disperatamente di sopravvivere assieme al fratellino in un desolato mondo senza adulti;

Sezione Narrativa Giovani: lo scrittore e giornalista Niccolò Zancan, per l’opera prima Ti mando un bacio, edita da Sperling & Kupfer, votata da una giuria composta da 400 studenti di istituti calabresi e lucani;

Sezione Premio Speciale della Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e di Lucania: ex-aequo al sindaco di Lampedusa e Linosa, Giusi Nicolini, e al sindaco di Riace, Domenico Lucano, per i loro meriti umanitari di accoglienza dei migranti;

Sezione Traduzione: Alessandra Shomroni, esperta di cultura ebraica, ha tradotto in italiano opere di alcuni dei più importanti scrittori e intellettuali israeliani, tra cui Abraham Yehoshua e David Grossman.

La sezione premio speciale della presidenza della fondazione cassa di risparmio di Calabria e Lucania.  è andato alla persona calabrese o lucana distintasi in uno dei settori di attività istituzionale della fondazione , il premio va ex aequo a Domenico Lucano sindaco di Riace dal 2009. Nel 2016 è stato inserito dal settimanale americano Fortune nella lista delle personalità che stanno cambiando il pianeta per la sua scelta coraggiosa di integrare i migranti nella vita del suo paese.

Il sindaco di Riace, Mimmo Lucano, ha deciso di devolvere ai terremotati del Centro Italia il premio conferitogli dalla decima edizione.  Si tratta di metà dell’importo del premio in denaro di settemila euro che Lucano ha vinto ex aequo con il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini. Lucano ha annunciato questa intenzione venerdì scorso, durante di un convegno dal titolo “Calabria: identità e bellezza” che si tenuto nella sede del Parco degli Enotri di Mendicino.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.