Gio. Gen 21st, 2021

Il big-match risolto sugli sviluppi di un calcio piazzato. I giallorossi si portano a una sola lunghezza dalla capolista Isola Capo Rizzuto.

Al triplice fischio il “Morreale-Proto” è letteralmente, al grido di “serie D”, la vittoria dei giallorossi al termine di una vera e propria battaglia tecnica ingaggiata contro un’ottima Vigor Lamezia. L’incontro, inteso ma corretto, è stato una vera disputa a scacchi, con schemi e tattica di elevato livello a farla da padrone su entrambi i fronti e con i protagonisti in campo ad interpretare magistralmente le direttive che giungevano dalla panchine Zito e Andreoli hanno messo in vetrina il meglio del loro repertorio e lo spettacolo per le tifoserie presenti sugli spalti è stato ampiamente assicurato. Partita da intenditori, sbloccata da un episodio: il gol decisivo messo a segno dalla Cittanovese è giunto sugli sviluppi di un calcio piazzato.

Inizio gara prudente su entrambi i fronti, con i padroni di casa, senza Carbone con Bruzzese a mezzo servizio per infortunio e con 4 under in campo, impegnati a bloccare le fonti di gioco avversarie, specie Leta, fermato dall’ottimo Barresi con una ferrea marcatura a uomo. Ospiti altrettanto attenti nel limitare le insidiose ripartenze dei locali e ad osare di più sulle fascie tant’è che le prime due occasioni sono state dei lametini. Al 12′ il tiro di Conversi lanciato a rete veniva intercettato dall’uscita a valanga di Galluzzo e al 16′ Pasqualino raccoglieva un cross di Crucitti dalla destra ma solo davanti alla parta calciava incredibilmente fuori. Scampato il pericolo, i padroni di casa alzavano il baricentro, pur rimanendo prudenti, e si rendevano pericolosi su due tiri piazzati; al 22′ Lombardo pennellava un assist per Dascoli che di testa sfiorava il palo e al 26′, sempre Lombardo, calciava direttamente a rete ma la palla sorvolava di poco la traversa. L’ultima occasione del primo tempo era degli ospiti. cross di Crucitti dal destra per Mosciaro ma il colpo di testa dell’attaccante finiva alto

A inizio ripresa, il tempo dell’incontro non cambiava di molto ma i giallorossi spingevano con maggiore convinzione e passavano in vantaggio. Al 9′ un calcio di punizione, contestato dai lametini, battuto da Lombardo dal limite destro dell’area veniva intercettato da Dascoli che anticipava tutti e da pochi metri batteva Mercuri. Reagiva la Vigor e al 19′ Marino con un bolide scagliato poco dentro l’area impegnava seriamente Galluzzo. Con la Vigor tesa a recuperare il risultato, erano i giallorossi a sciupare un’occasione d’oro al 24′. Moio scendeva sulla fascia destra, penetrava dentro l’area e serviva per l’accorrente Vicentin che, a difesa sguarnita, giungeva con un solo attimo di ritardo per la deviazione in rete. Immediata la reazione della Vigor: al 25′ Commisso a pochi metri da Galluzzo con secco diagonale sfiorava il palo, al 27′ era Marino di testa a mandare di poco fuori e al 37′ una rovesciata in piena area di Marano finiva a lato.

Poi nulla più, se non gli applausi finali  ad entrambe le squadre che, per quanto visto in campo, è facile prevedere che rimarranno in gioco sino alla fine per la vittoria del torneo.

CITTANOVESE-VIGOR LAMEZIA 1-0

Marcatori: 9′ st Dascoli

Cittanovese: Galluzzo, Dascoli, Barresi, Varrà, Tedesco, Gioia, Moio (31′ st Bruzzese), Cundari, Vicentin, Lombardo, Condomitti. Allenatore: Zito

Vigor Lamezia: Mercuri, Varricchio, Pasqualino, Ferraro A., Ottonello, Bertini (21′ st Torcasio), Crucitti (33′ st Marino), Commisso, Conversi (44′ Ferraro L.), Mosciato. Allenatore: Andreoli

Arbitro: Lovison di Padova

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.