3 Dicembre 2020

Il senatore Franco Crino’ è stato nostro ospite ieri sera al “60 news” in diretta su Telemia. Crino’ è presidente dell’associazione “Insieme il centrodestra” che unisce una serie di figure istituzionali e non della Locride appartenenti all’area di centro destra ed in particolare a Forza Italia. Dopo le recenti nomine dei dirigenti della provincia di Reggio Calabria, Crino’ non le manda a dire e si scaglia in particolare contro il segretario regionale del partito Jole Santelli responsabile di non aver dato spazio alle richieste del suo gruppo. In particolare Crino’ aveva proposto la sua nomina a vice coordinatore provinciale, afferma testualmente “con la Santelli avremmo potuto dialogare di pari grado in fondo io sono un ex parlamentare e siamo stati anche colleghi di legislatura, invece la coordinatrice ha preferito nominare Francesco Macrì e Giuseppe Musco come dirigenti Locridei di Forza Italia, non considerando che non hanno un peso specifico né elettorale né hanno riferimenti di spessore politico nei singoli comuni” Crino’ durante la diretta televisiva va giù duro e non le manda a dire “ Forza Italia è spaccata non in due, ma in quattro o cinque gruppi, in questo modo non si arriverà da nessuna parte. La nomina di Francesco Macrì in particolare, persona che appartiene al nostro gruppo, non ha unito bensì ha creato solo problemi. E’ stato un voltafaccia prima ha affermato una cosa e poi ha fatto l’esatto contrario. Avevo invitato Macrì a dimettersi ma lui ha preferito rimanere. Se pensa come ha affermato da voi in diretta tv che avrà il potere di nominare i coordinatori del partito nei singoli Comuni della Locride si sbaglia di grosso, poiché proprio ieri ho chiarito questo aspetto con il subcommissario Nicolò e mi ha confermato che senza dubbio le nomine spettano ai dirigenti provinciali nella loro collegialità ed in particolare le scelte saranno dei Sub Commissari, Macrì si sta illudendo di un qualcosa che non potrà mai fare.” Alla nostra domanda su come si potrebbe ritrovare l’unità del partito Crino’ risponde senza esitare ” la soluzione sarà quella di tenere conto del peso elettorale, solo io e Passafaro, come si può vedere dalle ultime elezioni regionali, rappresentiamo più di 6.000 elettori, come fa la Santelli a non tenere conto di ciò. La soluzione per ritrovare l’unità sarà quella di dividerci le varie aree della provincia in modo che ognuno possa lavorare bene nel proprio territorio” alla nostra domanda se ha qualche ambizione elettorale Crino’ risponde negativamente: “il mio ciclo elettorale si è concluso non ho nessuna ambizione di candidarmi, lascerò spazio ai giovani, probabilmente fra 2 anni mi dovrò trasferire anche in un’altra regione, quello che mi anima è solo passione politica” .

Giuseppe Mazzaferro

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.