Lega Pro – La Juve Stabia sbanca il Ceravolo di Catanzaro

360

CATANZARO – JUVE STABIA 0-2

CATANZARO (4-3-1-2): Grandi 5,5; Esposito 6 Di Bari 5,5 Prestia 6 Patti 5,5; Maita 6 (32′ st Van Ransbeeck sv) Carcione 5,5 Icardi 5,5; Baccolo 5,5 (5′ st Basrak 6); Giovinco 5,5 Campagna 5,5 (13′ st Tavares). In panchina: Leone, Pasqualoni, Moccia, Bensaja, De Lucia, Imperiale. Allenatore: Zavettieri 5,5

JUVE STABIA (4-3-3): Russo 6; Cancellotti 6,5 Atanasov 6,5 Morero 6 Liotti 6; Zibert 6,5 (34′ st Esposito sv) Mastalli 6,5 Capodaglio 6,5; Marotta 6,5 (18′ st Kanoutè 6) Ripa 7 (26′ st Del Sante 6,5) Sandomenico 7. In panchina: Bacci, Borrelli, Camigliano, Petricciuolo, Rosafio, Montalto. Allenatore: Fontana 6,5

ARBITRO: Prontera di Bologna 6

MARCATORI: 29′ pt Ripa (J), 10′ st Sandomenico (J)

NOTE: spettatori 1828 di cui un centinaio ospiti. Ammoniti: Moreno (J), Giovinco (C), Carcione (C), Mastalli (J). Angoli: 5-3 per il Catanzaro. Recupero: 0′ pt, 4′ st

CATANZARO – La prima della classe affonda il colpo e a Catanzaro passa vincendo con il punteggio di due reti a zero. La Juve Stabia conquista tre punti importanti e stacca le rivali proiettandosi a quota 28 punti, tre in più delle inseguitrici Lecce e Foggia (foto di repertorio). Nei primi 15 minuti di gioco non succede praticamente nulla al Ceravolo se non qualche folata offensiva da parte degli ospiti. Il Catanzaro, comunque, cerca di evitare di farsi schiacciare dall’avversario gestendo il pallone attraverso il possesso palla. Al 29′ la Juve Stabia passa in vantaggio. Marotta crossa in mezzo e il centravanti Ripa fa partire un preciso colpo di testa che supera Grandi. Il Catanzaro prova a reagire ma le Vespe sono attente ed evitano grossi problemi.

Nella seconda frazione di gioco al 14′ Sandomenico realizza la seconda marcatura della giornata grazie ad una conclusione rasoterra sulla quale Grandi non può fare nulla. I giallorossi tentano di riportare in equilibrio la partita con due tiri di Basrak e di Giovinco: su entrambi arriva l’opposizione dell’estremo difensore campano Russo. Il Catanzaro ha poche occasioni e non riesce a sfruttare a pieno le possibilità concesse da un avversario che gestisce senza particolari affanni le sorti dell’incontro. Nel finale il portiere del Catanzaro evita la terza marcatura di Del Sante con un prodigioso intervento: il colpo di testa dell’attaccante gialloblù non ha esito positivo. Dopo 4 minuti di recupero Prontera di Bologna decreta la fine delle ostilità.

(fonte ottoetrenta.it)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.