Serie D – La Palmese si veste da grande, Leonzio al tappeto

290

Prestazione da manuale dei neroverdi contro l’ex capolista e significativo passo avanti in classifica. Un sontuoso Lavrendi sblocca al 17′, chiude i giochi Crucitti su rigore. Misale (espluso) rischia di rovinare tutto.

E’ un Palmese eroica quella che vince con merito contro un buona Sicula Leonzio, In 10 uomini per l’espulsione di Santino Misale dal 20′ del primo tempo, i ragazzi di mister Mario Dal Torrione sfoderano la prestazione perfetta, difendendo il vantaggio siglato da uno stratosferico Lavrendi e raddoppiando nel secondo tempo grazie al solito Totò Crucitti, In mezzo c’è la prestazione sontuosa del giovanissimo portiere neroverde Pellegrino che disinnesca tutti i tentativi degli ospiti di raddrizzare la partita.

Una Palmese delle grandi occasioni, insomma, che vince con merito contro l’ex capolista e continua a far sognare il pubblico.

In avvio le due squadre preferiscono studiarsi e per il primo quarto d’ora le occasioni da latitato. Ma è solo un antipasto che verrà presto spazzato via dalle emozioni delle portate successive. Al 17′ Misale scodella in maniera chirurgica un traversone di Dorato, il delantero argentino è bravo a difendere la palla nel cuore dell’area di rigore e a servire per l’accorrente Lavrendi che di piatto destro piazza la palla tra palo e rete dove il portiere non può arrivare. Il pubblico del “Lopresti” si scalda perchè sogna l’impresa ed il catino neroverde diventa un bolgia. La doccia fredda è però dietro l’angolo. Al 20′ Misale subisce fallo da Mangiola, reagisce rifilando un brutto colpo al 10 ospite. L’arbitro non ha dubbi e sventola il rosso. Sembra la solita storta per i neroverdi ma la storia del match dirà diversamente. Nonostante l’inferiorità  numerica la Palmese, sulle ali dell’entusiasmo, continua a spingere e al 25′ con Scopetta sfiora il raddoppio. Nell’occasione è bravo l’estremo difensore ospite ad opporsi alla conclusione del difensore neroverde. Al 29′ la Palmese riparte in contropiede con De Marco che serve l’accorrente Dorato che scarica un sinistro potente respinto centralmente da Vitale. Il primo squillo degli ospiti arriva al 37′ con un colpo di testa di Mangiolla disinnescato facilmente da Pellegrino. La ripresa è un altra storia con il Leonzio che attacca a testa bassa, complice anche l’ingresso di Improta, e la Palmese,  in debito di ossigeno, che si difende. Al 59′ è bravo Corso a salvare sulla linea una palla vagante poi è Savonarola a provarci di testa ma Pellegrino si oppone in angolo con un bel colpo di testa. Tre minuti dopo il cross da sinistra di Lomascio si stampa sul palo la palla finisce tra i piedi di Savonarola che da un metro calcia a colpo sicuro la reazione di Pellegrino che in tuffo salva è più che miracolosa. Al 78′ Lavrendi inesauribile entra in area e viene atterrato da Assenzio, rigore e secondo giallo con conseguente rosso. Sul dischetto va Crucitti che chiude i giochi spiazzando Vitale.

PALMESE-SICULA LEONZIO 2-0

MARCATORI: 17′ pt Lavrendi, 34′ st Crucitti (rig.)

PALMESE: Pellegrino, Mallamaci, Scoppetta, Taverniti, Misale, Corso, Crucitti, Bonadio (15′ st Lugliese), Lavrendi (46′ st Sapone), Dorato, De Marco (43′ st Scopelliti). Allenatore: Mario Dal Torrione

SICULA LEONZIO: Vitale, Milizia, Lomastro (13′ st Improta), Orefice, Cacciola, Assenzio, Cerra, Gallon (19′ Candiano), Savanarola, Mangiola, Ricciardo. Allenatore: Seby Catania

ARBITRO: Kumara di Verona

NOTE: Spettatori 700 circa (un centinaio ospiti). Espulsi: al 20′ pt Misale (P) per proteste; al 33′ st Assenzio (SL) per doppia ammonizione.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.