Mar. Gen 19th, 2021

08 dicembre 2016, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa e Radiomobile di Palmi (Rc), hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Ligato Mattia di anni 19, da Seminara (Rc), già noto alle FF.OO..

Il prefato, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un borsone contenente grammi 868,00 di sostanza stupefacente – verosimilmente del tipo “marijuana” – unitamente ad un bilancino di precisione e della somma contante euro 945,00 verosimile provento attivita’ delittuosa.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalita’ di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Palmi (Rc) a disposizione dell’A.G..

 

8 dicembre 2016, i Carabinieri della Stazione di Cittanova (Rc), traeva in arresto in flagranza dei reati di tentato furto in abitazione e danneggiamento:

  • CARBONE Massimo, di anni 42, del luogo, già noto alle FF.OO.;

Il prefato, dopo essere penetrato in un’abitazione danneggiando una finestra, veniva scoperto dalla proprietaria presente in casa, prima che riuscisse ad asportare alcunché e messo in fuga.

L’immediato intervento dei Carabinieri, allertati sul numero unico di Pronto Intervento “112”, permetteva il rintraccio dell’uomo, mentre cercava di dileguarsi nelle vie prospicienti all’abitazione.

L’arrestato è stato associato presso il proprio domicilio in attesa del rito per direttissima, disposto dall’A.G..

 

09 dicembre 2016, i Carabinieri della Stazione di San Procopio (Rc), hanno tratto in arresto Alvaro Nicola di anni 34, del luogo, già noto alle FF.OO., in ottemperanza ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria – Ufficio Esecuzioni Penali.

Il prefato dovra’ espiare la pena residua di giorni 8 in regime detenzione domiciliare per il reato di produzione e traffico di sostanze  stupefacenti commesso nell’anno 2003 in Reggio Calabria.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione ove permarrà in regime detenzione domiciliare a disposizione dell’A.G..

 

09 dicembre 2016, in S. Eufemia d’Aspromonte (Rc), all’interno di un casolare in disuso, i Carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, unitamente a quelli della locale Stazione, rinveniva occultati all’interno di un’intercapedine a muro, un fucile cal. 16 marca beretta in buono stato di efficienza, unitamente ad una canna per pistola cal. 7,65 priva di matricola e n. 40 munizioni calibro 9×17.

L’arma ed il munizionamento rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro. Le armi sono state inviate presso i laboratori dell’Arma, per gli accertamenti tecnico/balistici del caso.

 

 

09 dicembre 2016, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno (Rc), in esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare  personale degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Palmi (Rc) – Sezione Penale, localizzavano e traevano in arresto Grasso Giovanni, di anni 24, del luogo, già noto alle FF.OO., poichè ritenuto responsabile di plurimi inadempimenti alle prescrizioni imposte dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla p.g. cui lo stesso era già sottoposto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, commesso in San Ferdinando (Rc), nel corrente anno.

L’arrestato, ultimate le formalità di rito, è stato tradotto presso il proprio domicilio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

10 dic 16, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando (Rc), al termine di articolata attività investigativa, in esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare  personale in carcere emessa dal Tribunale di Palmi (Rc) – Ufficio Gip, localizzavano e traevano in arresto:

Pashov Marko, di anni 29, di origini bulgare, domiciliato a San Ferdinando (Rc), già noto alle FF.OO., poichè ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione ed induzione alla prostituzione, reati commessi in San Ferdinando (Rc), nel corrente anno.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Palmi (Rc), a disposizione dell’A.G..

 

 

11 dicembre 2016, i Carabinieri della Stazione Reggio Calabria – Catona traevano in arresto Bevilacqua Alessandro  di anni 29, già noto alle FF.OO.,  in ottemperanza all’ordine di carcerazione per l’espiazione di pene concorrenti, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, dovendo espiare la pena residua di anni 5, mesi 8 e giorni 26 di reclusione poiche’ riconosciuto colpevole dei reati di furto aggravato in concorso e indebito utilizzo di carte di credito, reati commessi in Reggio Calabria negli anni 2005 e 2014.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale  “Arghilla” di Reggio Calabria, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.