Sab. Gen 23rd, 2021

A Gioia Tauro il caos non si ferma mai, un paese che, nell’area, è secondo solo a Reggio Calabria per numero di abitanti, con il Porto che si ritrova, non riesce a decollare e a sfruttare il suo potenziale,  ma soprattutto non rende orgogliosi i suoi cittadini, presentandosi sempre come un modello da non imitare.
Un Paese che è una città, si ritrova non solo con un Sindaco sfiduciato, Giuseppe Pedà, e un Commisariamento del Comune, ma si ritrova anche le strade invase (di nuovo) dalla spazzatura.

Gioia Tauro con il problema dei rifiuti nell’ultimo anno ci è andato a braccetto, e quando la situazione sembrava migliorare ecco che il regalo di Natale non si è fatto attendere.

Tantissime le segnalazioni che in due giorni sono arrivate alla Polizia locale e all’Ufficio tecnico del Comune, (solidarietà a quest’ultimo le poche volte che risponde riceve solo brutte notizie.)

I giorni di festa sono stati due, ma in realtà 3 nei quali non è stata effettuata la raccolta differenziata porta a porta. Per questo negli angoli di tutto il Paese sono sorte discariche di immondizia, quasi come si trattasse di addobbi natalizi, visto il periodo.
Gli agenti della polizia e i tecnici del Dipartimento Ambiente e Territorio hanno effettuato sopralluoghi accertando la natura dei fatti, adesso si aspetta un intervento straordinario, che in realtà ancora non si sa quando potrà essere effettuato, gli operatori ecologici a Gioia Tauro sono 18 operai e 3 autisti che utilizzano 6 mezzi speciali.
Un ulteriore problema che si fa notare però è la scarsa illuminazione e la mancanza di telecamere di sorveglianza in molte zone della città, che “grazie” a queste caratteristiche rendono alcune strade “ideali” per gettare rifiuti passando inosservati.

Qualcuno dice che Gioia Tauro è una città particolare e che è difficile sperare che cambi, ma una buona amministrazione oltre a dare regole, mette tutti i suoi cittadini nelle condizioni di poterle seguire. Quindi nessuna scusante, semmai gli incivili vanno puniti, senza chiudere gli occhi.
Ora quel che rimane, dopo questa prima settimana di feste, sono “solo” 2 tonnellate di rifiuti riversati per le vie della città.

Carlotta Tomaselli

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.