Lun. Nov 29th, 2021

Dal 1916 al 2016, un’antologia di documenti prodotti dalla Chiesa calabra sulla necessità di purificare la pietà popolare e per condannare “il fenomeno mafioso-ndranghetista che costantemente cerca di infiltrarsi per ottenere consensi e riconoscimenti pubblici”. Il volume “La ‘ndrangheta è l’antivangelo” sarà presentato a Locri, nel Salone del Centro Pastorale Diocesano, venerdì 16 dicembre alle ore 10,30.

Edito dalla Tau Editrice, il testo è stato curato dai sacerdoti don Filippo Curatola dell’arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova, don Enzo Gabrieli dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano e da don Giovanni Scarpino dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace.

Il lavoro voluto dai vescovi della Conferenza Episcopale Calabra, parte dalla Lettera Pastorale collettiva per la Quaresima del 1916 (come si legge nell’Introduzione: “Già allora si individuavano abusi e la debolezza nell’azione di evangelizzazione e si chiedeva di ricentrare l’azione pastorale su Cristo, sull’annuncio della Parola, sulla celebrazione dei Sacramenti. Fra i punti deboli, venivano indicati: le processioni, il ruolo dei padrini, la scarsa formazione del clero del tempo e dei fedeli”) e si snoda per un secolo fino ad arrivare agli Orientamenti Pastorali per le Chiese di Calabria del 2015.

La presentazione sarà aperta dal saluto del vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, seguiranno le relazioni di uno dei curatori del volume, don Enzo Gabrieli, e di don Bruno Cirillo, Vicario episcopale per la formazione permanente del clero della diocesi di Locri-Gerace.

Interverranno il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele Di Bari, e il Procuratore Capo della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Federico Cafiero De Raho.

L’incontro sarà moderato da padre Francesco Carlino, Direttore dell’Ufficio diocesano per la cultura, la scuola  e la nuova evangelizzazione.

 

Locri 12 dicembre 2016

L’Ufficio Diocesano per le Comunicazioni Sociali

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.