Mer. Gen 20th, 2021

Con l’avvicinarsi delle feste si avvicina il pericolo dei botti illegali che invadono l’Italia, dal Nord al Sud. Ogni anno si verificano tantissimi incidenti legati a questa tradizione, accendere un petardo o un fuoco d’artificio in alcuni casi può essere mortale. Per questo motivo, da alcuni anni, l’Arma dei Carabinieri, con l’avvicinarsi delle feste, promuove una campagna di sensibilizzazione e informazione rivolta a tutti.

E’ di oggi la notizia che riguarda la Guardia di Finanza di Cosenza, che ha concluso un’attività di servizio a tutela dei consumatori per i rischi di materiale insicuro in vendita, l’operazione, denominata “Natale Sicuro”, nei giorni scorsi ha individuato una serie di locali dove venivano tenuti, senza nessuna precauzione o autorizzazione, materiali pericolosi, esplosivi e infiammabili. Sono state portate allo scoperto ben 27.589 “bocche di fuoco”, individuate e sequestrate, si tratta praticamente 656kg di materiale esplodente incautamente custodito nelle zone di Fagnano Castello, San Lucido e Acri nel Cosentino. I responsabili della detenzione del materiale pericoloso sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria competente.

Ma l’Operazione “Natale Sicuro” non si ferma qui, infatti l’attenzione dei Finanzieri nei giorni scorsi era stata rivolta verso un altro materiale pericoloso tipico del periodo festivo: le luci natalizie, infatti nel corso di un controllo, presso alcune attività commerciali nelle zone di Bisignano, Rende e Montalto Uffugo, sono state individuate migliaia di luci confezionate contenenti oltre 4 milioni di luci non conformi ai requisiti di legge ed alla normativa comunitaria.

Carlotta Tomaselli

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.