Agguato davanti ad un bar ad Acquaro nel Vibonese: un morto e un ferito grave

484

Obiettivo del commando armato entrato in azione nel piccolo centro delle Preserre vibonesi due fratelli. Uno è stato ucciso, l’altro ferito al torace e trasportato all’ospedale di Vibo

Ancora sangue nelle Preserre vibonesi. Agguato nella serata di oggi ad Acquaro. Obiettivo dei sicari due fratelli, residenti nella frazione di Piani. Il commando è entrato in azione uccidendo uno dei due e ferendo gravemente l’altro, trasportato in codice rosso all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. L’agguato si è verificato davanti ad un bar ad Acquaro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri  del Nucleo investigativo di Serra San Bruno e della Stazione di Arena per i rilievi del caso e per ricostruire la dinamica dell’agguato.

La vittima. A cadere sotto i colpi dei killer è stato un giovane di 22 anni. Si tratta di Rosario Mazza ( nella foto). Colpito da due proiettili calibro 6,35, per lui non c’è stato nulla da fare. Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Il ferito è invece il fratello minore, Simone Mazza di 18 anni colpito al torace ed alla coscia destra. Il giovane è stato trasportato in codice rosso al Pronto Soccorso di Vibo Valentia ma le sue condizioni non sarebbero disperate. L’agguato si è verificato intorno alle 20. I due fratelli, dopo aver sentito i primi colpi, avrebbero provato a scendere dalla Fiat Punto nera a bordo della quale si trovavano. Un tentativo inutile per Rosario Mazza, freddato sul posto. Entrambi gli obiettivi dell’agguato, la vittima ed il fratello ferito, sono già noti alle forze dell’ordine.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.