Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Locride: rischio esondazioni. Evacuate abitazioni in prossimità dei torrenti. Auto intrappolate da acqua e fango. Pioggia intensa in queste ore, ma il peggio deve ancora arrivare.

294

A causa del persistere delle condizioni meteo avverse e delle abbondanti precipitazioni, la Protezione Civile Regionale per bocca del Dirigente Carlo Tansi , intervenuto questa mattina in diretta sulla nostra rassegna stampa, invita i cittadini a non avvicinarsi, ed eventualmente abbandonare, abitazioni e fabbricati rurali che insistono in prossimità dei letti delle fiumare che sono in piena. Il rischio di esondazioni è altissimo, si teme per  le infrastrutture, in particolare per strade e ponti, molti sindaci hanno emesso avvisi alla popolazione. A Mammola il sindaco segnala gravi difficoltà in località Sansone e Mellara, a Gioiosa Jonica il primo cittadino interdice l’area adiacente al Torrente Torbido, a Platì ha esondato la fiumara Ciancio, una situazione molto difficile si registra lungo il torrente che divide i comuni di Ardore e Bovalino dove l’esondazione sta interessando la strada comunale costruita nelle adiacenze del letto della fiumara.   Molti gli automobilisti soccorsi perché intrappolati dal fango e dall’acqua, diversi casi si segnalano a Caulonia, ma anche a Siderno, Caraffa del Bianco ed Ardore.    Il peggio deve ancora arrivare , le piogge torrenziali hanno superato in gran parte della regione i 200 mm. Il peggio sarà nelle prossime ore quando le precipitazioni si intensificheranno ulteriormente soprattutto nella Locride, dove già importanti arterie cominciano a dare cenni di cedimento.

seguiranno aggiornamenti web e in diretta tv

Giuseppe Mazzaferro

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.