Mer. Gen 27th, 2021

Il ministro per la Coesione territoriale e Mezzogiorno Claudio De Vincenti ha presieduto, ieri, nel salone dei lampadari di palazzo San Giorgio, a Reggio Calabria, i lavori del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per Reggio Calabria e del Patto per la Calabria. Al tavolo, con il rappresentante del Governo, il sindaco della città metropolitana Giuseppe Falcomatà, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, oltre a tecnici e dirigenti del Comune di Reggio e della Regione Calabria. E’ il primo monitoraggio sulle opere previste dai rispettivi patti, che il Ministro affronta in un tavolo separato tra Regione e Comune di Reggio Calabria.
“Sono state già avviate procedure per interventi che assommano al 36% delle risorse dei Fondi Strutturali, in particolare, del Por Calabria 2014-2020” ha riferito a margine il ministro De Vincenti. Un incontro che il Ministro ha definito “molto importante, molto utile, molto operativo e di grande concretezza”. “Interventi, ha aggiunto De Vincenti, in materia di porti, di rischio idrogeologico, di gestione dei rifiuti e di credito d’imposta. “La notizia buona di questa giornata, ha riferito invece il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, è che si è entrati nello specifico dei singoli progetti e che da oggi concretamente si apre la fase due, perché da oggi noi abbiamo la possibilità di fare gli impegni di spesa per tutte quelle che sono le opere previste all’interno dei Patti per il Sud”. Nel fare un elenco degli interventi già avviati e di quelli programmati nel territorio comunale, Falcomatà ha precisato che tutto sta avvenendo “in una cornice di legalità e trasparenza”. “Con i Patti siamo entrati nella fase operativa. Dal 30 di aprile, giorno di firma dei Patti, oggi possiamo affermare di aver messo in mobilità risorse consistenti” ha sostenuto, infine, il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio. In effetti sono stati mobilitati 868 mln di euro su circa 2 mld in questi primi mesi oltre il 36% delle risorse disponibili. Sono stati pubblicati o sono in via di pubblicazione numerosi bandi. Oliverio ha elencato alcuni interventi in itinere, come il completamento dell’invaso della diga sul Menta, “affinché quest’opera sia finalmente fruita dalla città metropolitana di Reggio Calabria”, la ingegnerizzazione delle reti idriche della città di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, l’edilizia ospedaliera, con il completamento dell’Ospedale “Eugenio Morelli” di Reggio Calabria e lo studio di fattibilità per la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza. “Siamo pronti, ha detto il governatore, per mandare a gare importanti progetti per la sistemazione idrogeologica. Interventi che rappresentano un capitolo importante del Patto. Anche qui stiamo accelerando e stiamo entrando nel vivo della utilizzazione di queste risorse, come per il settore rifiuti e per incentivare la raccolta differenziata”. Sulle infrastrutture lineari, Oliverio ha citato l’investimento di 6 mln di euro destinato alla realizzazione dell’alta velocità ferroviaria tra Salerno e Reggio Calabria e l’ammodernamento dei tratti della A2 sui quali bisogna ancora intervenire. Sul sistema aeroportuale il Governatore ha precisato che la Regione “non intende rinunciare a nessuno dei tre aeroporti”.

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.