Ven. Mag 7th, 2021

Ministro incontra Governatore e Sindaco per fare il punto

“Abbiamo verificato con la Regione gli interventi già in campo, riscontrando, oltre al pieno utilizzo dei fondi strutturali 2013 che la Regione ha conseguito, ed è un risultato importante che segnala una svolta nella capacità amministrativa, un ulteriore punto importante che è l’avvio di interventi nel Patto per la Calabria. Sono state già avviate procedure per interventi che assommano al 36% delle risorse dei Fondi Strutturali, in particolare, del Por Calabria 2014-2020”. A dirlo il ministro per la Coesione territoriale e Mezzogiorno Claudio De Vincenti, sintetizzando con i giornalisti l’esito della riunione del Comitato di indirizzo e controllo per la gestione del Patto per Reggio Calabria e del Patto per la Calabria che si è tenuta a Reggio. Un incontro che il Ministro ha definito “un confronto molto importante, molto utile, molto operativo e di grande concretezza”. “Interventi – ha aggiunto De Vincenti – in materia di porti, di rischio idrogeologico, di gestione dei rifiuti e di credito d’imposta. É una misura, quest’ultima, che intendiamo rafforzare nel Decreto legge che abbiamo varato nel Consiglio dei Ministri del 29 dicembre. Presenteremo in parlamento un emendamento per rafforzare il credito d’imposta per gli investimenti al Sud. Si tratta di procedure che sono state attivate e stanno mobilitando oltre un terzo dei fondi 2014-2020. Accanto a questo, alcune opere sono già in fase di realizzazione. Ricordo le tre reti idriche sulle tre città capoluogo, dove si sta procedendo alla contrattualizzazione degli interventi. C’è un gara in corso per il bacino di carenaggio nel porto di Gioia Tauro e interventi sono stati avviati anche nel settore dell’edilizia scolastica”. “Questi, credo – ha detto il Ministro – sono i primi segnali sull’operatività del Patto. Abbiamo ragionato con il sindaco Giuseppe Falcomatà e con il presidente della Regione Mario Oliverio su come accelerare ulteriormente gli interventi previsti. Anche su Reggio si registrano interventi in corso, per quanto riguarda il ‘lungocosta’, la riqualificazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata e per migliorare complessivamente la sicurezza della città, con il tema della videosorveglianza, ed il collegamento con i fondi strutturali, in particolare il Pon Metro”. Alla domanda se siano emerse criticità nella fase di monitoraggio, De Vincenti ha sostenuto che “ci sono alcuni aspetti che dobbiamo mettere a punto meglio. Riguardano, in particolare, alcuni passaggi che dobbiamo fare sia con il ministero dell’Economia e delle Finanze, sia con i ministeri di settore per accelerare, in particolare, sul versante di autorizzazioni e procedure. Si tratta, però, di criticità che immaginavamo, ma anche affrontabili e gestibili. Naturalmente, è impegno del Governo, del Presidente della Regione e del Sindaco di Reggio, ciascuno per la propria parte, stare molto su questi problemi di procedura che sono importanti e vanno assolutamente accelerati, sia, per quanto riguarda l’Amministrazione centrale che per Mario Oliverio, presidente della Regione, e le Amministrazioni locali”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.