Mar. Gen 19th, 2021

Ceccherini e Ferrari fanno sorridere Nicola

Un punto che probabilmente non servirà a nulla, se non a mettere nei guai mister Juric in piena crisi con il suo Genoa, ma il Crotone torna da Marassi con più determinazione e convinzione nei propri mezzi.

Una squadra, quella di Nicola, che ha messo in campo non solo la solita partita di sacrificio, corsa e grinta, ma finalmente anche carattere. Per ben due volte sotto, i rossoblu pitagorici hanno sempre trovato la giusta reazione, stando sempre in partita e non arrendendosi mai. Oggi si è veramente vista una squadra che vuole salvarsi, che non ha paura e che sa di poter stare in campo contro chiunque.

Certo la vittoria casalinga dell’Empoli vanifica, forse, questo risultato, ma lo scontro diretto di domenica prossima allo Scida rischia di poter diventare la svolta del campionato del Crotone.

La partita ha visto un Crotone che ha aggredito il Genoa sin dall’inizio conquistando al primo minuto un calcio d’angolo non sfruttato da Ferrari, saltato in buona posizione. Prima palla gol per i pitagorici al 6′, con Trotta che riceve da Falcinelli e la mette fuori. All’11-esimo è Stoian a impegnare Lamanna con un tiro di sinistro da fuori area, indirizzato all’angoolino, m parato dal portiere del Genoa.

La partita cresce in dinamismo con le due difese che vincono sui rispettivi attacchi. Si corre molto ma i portieri non corrono rischi.

Ocampos da una parte e Trotta dall’altra sono quelli più vivaci e che tentano qualche sortita in più ma nulla di trascendentale.

Al 43-esimo prima svolta della partita. Cofie (entrato al 30-esimo al posto di Rigoni) trova l’infilata per Simeone, tenuto in gioco da Rosi, il Cholino, davanti a Cordaz, non sbaglia ed insacca.

Il primo tempo termina con i Grifoni in vantaggio.

Squadra invariate all’inizio del secondo tempo, così come il copione della partita. Al 48-esimo Falcinelli impegna Lamanna con un bel tiro parato da Lamanna sotto la traversa. Al 54-esimo il Crotone trova trova il pareggio. Calcio di punizione battuto magistralmente da Barberis, e Ceccherini insacca di testa. Un minuto dopo palla gol per Trotta che però la mette a lato da buona posizione.

Si aspetta la reazione dei Genoa, ma è il Crotone invece a fare la partita. Barberis al 60-esimo impegna Lamanna dalla distanza.

Al 64-esimo, Ferrari spinge ingenuamente Pandev, entrato da poco, l’arbitro fischia il rigore che Ocampos trasforma spiazzando Cordaz.

Passano 3 minuti e il Genoa ha il colpo del KO, sciupato da Simeone a meno di un metro dalla linea di porta.

Il Crotone non si arrende e ricomincia a premere e al 74-esimo trova il pareggio. Calcio d’angolo battuto da Barberis, Ceccherini salta più in alto di tutti e colpisce il palo, sulla respinta entra Ferraris che insacca il 2-2.

La partita potrebbe finire qui, ma le squadre mettono tutto in campo, così come chiesto dai loro allenatori. Non ci sono occasioni gol ma la partita non cala d’intensità.

Dopo 4 minuti di recupero, Mariani manda tutti negli spogliatoi.

Un 2-2 bello ed intenso, merito di due squadre che ora sono l’immagine precisa del carattere del proprio allenatore.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.