Lun. Mag 17th, 2021

Crolla l’impianto accusatorio del processo contro il clan Mancuso di Limbadi scaturito all’indomani del blitz denominato Black Money. Da 220 anni di carcere, infatti, si è passati a 47 inflitti ai 21 imputati che devono rispondere, a vario titolo, dei reati di associazione mafiosa, estorsione, usura, armi, evasione fiscale, con l’aggravante delle modalità mafiose.
Dopo tre giorni di requisitoria, la sentenza ha ribaltato la tesi accusatoria, portando così al crollo dell’ipotesi relativa al reato associativo per tutti gli imputati.
Queste le decisioni della sentenza: Giovanni Mancuso 9 anni (chiesti 29 anni); Giuseppe Mancuso 1 anno e 6 mesi (chiesti 19 anni); Antonio Mancuso 5 anni (chiesti 27 anni); Damian Fialek 3 anni (chiesti 12 anni); Agostino Papaianni 7 anni e 8 mesi (chiesti 28 anni); Antonino Castagna assolto o prescritto (chiesti 12 anni); Leonardo Cuppari 5 anni (chiesti 12 anni); Antonio Prestia 5 anni e 6 mesi (chiesti 7 anni); Gaetano Muscia 7 anni e 8 mesi (chiesti 14 anni); Pantaleone Mancuso assolto o prescritto (chiesti 26 anni); Nicola Angelo Castagna assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Filippo Mondella assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Antonio Velardo 4 anni (chiesti 5 anni); Raffaele Corigliano assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Carmela Lopreste assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Giuseppe Papaianni assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Francesco Federico Buccafusca assolto o prescritto (chiesta assoluzione); Pantaleone Zoccali assolto o prescritto (chiesti 2 anni, 6 mesi); Carmina Mazzitelli assolto o prescritto (chiesti 2 anni, 6 mesi); Ottorino Ciccarelli assolto o prescritto (chiesti 3 anni); Alberto Caputo assolto o prescritto (chiesti 3 anni).

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.