Sab. Mag 8th, 2021

08 febbraio 2017, in Reggio Calabria, i Carabinieri dell’ Aliquota Radiomobile del locale Comando Compagnia CC, su segnalazione pervenuta alla C.O. (112) del locale Comando Provinciale, intervenivano presso l’abitazione di V.G., di anni 57 da Reggio Calabria del quale non si avevano notizie da alcuni giorni. I militari, giunti sul posto e forzata porta d’ingresso dell’abitazione con l’ausilio dei Vigili del fuoco, rinvenivano il malcapitato riverso sul pavimento della camera da letto agonizzante. Il successivo intervento del 118, trasportava lo stesso presso locale Ospecives ove veniva riscontrato affetto da “emoraggia intraperenchimale dei nuclei della base di sn” e ricoverato presso reparto neurochirurgia in prognosi riservata. L’iniziativa intrapresa dai militari dell’Arma,  consentiva di salvare il malcapitato colto da malore all’interno della propria abitazione.

 

 

09 febbraio 2017, in Reggio Calabria, i Carabinieri della Stazione “Rione Modena” hanno tratto in arresto TEMPLORINI Fabio, di anni 31 da reggio Calabria, già noto alle FF.OO., poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Prevenuto, sottoposto a perquisizione domiciliare dai militari operanti, veniva trovato in possesso di gr. 32 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”; n. 1 bilancino elettronico di precisione e materiale vario atto al confezionamento della predetta sostanza.-

 

 

9 febbraio 2017, a Taurianova (RC), i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà DEMASI Francesco, di anni 23 da Taurianova, in atto sottoposto ad obbligo di dimora e di presentazione alla P.G., per i reati di minaccia ed oltraggio a pubblico ufficiale, poiché giunto presso gli uffici del predetto Comando CC, al fine di ottemperare al predetto obbligo, inveiva verbalmente con frasi oltraggiose e ripetute minacce di morte all’indirizzo di un militare, additandolo quale responsabile delle proprie vicissitudini giudiziarie e delle prescrizioni di cui è gravato.

 

 

09 febbraio 2017, in Melito Porto Salvo (RC), nel corso di servizio mirato al controllo del territorio, i Carabinieri del locale Comando Compagnia, hanno tratto in arresto IAMONTE Giuseppe, di anni 68 da Melito Porto Salvo, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, nonché elemento di vertice della ‘ndrangheta nella sua articolazione territoriale denominata cosca “Iamonte”, poiché veniva sorpreso dai militari operanti in compagnia di altro soggetto anch’esso già noto alle FF.OO., in palese violazione degli obblighi imposti dalla misura alla quale sottoposto. Prefato, attenderà il giudizio direttissimo presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

 

 

 

09 febbraio 2017, in Rosarno (RC), i Carabinieri del locale Comando Tenenza hanno tratto in arresto GIOSAFATTE Giuseppe, di anni 43 da Rosarno, già noto alle FF.OO., per il reato di ricettazione, in esecuzione all’ordine di espiazione pena detentiva in regime emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi. Prefato, dovrà scontare la pena di anni  2  di reclusione poiché riconosciuto colpevole del reato accertato in Napoli (NA) nel Novembre 2006.

 

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.