Caulonia: Quartiere Maietta a rischio crollo. L’allarme del Fari

624

Oggetto: Segnalazione di fenomeni di dissesto idrogeologico in zona Carmine nel centro storico di Caulonia (RC)

 

 

In riferimento a quanto riportato in oggetto si segnala la presenza di un pericolo imminente nella zona Carmine del centro storico di Caulonia comune in provincia di Reggio Calabria. Caulonia è un centro storico medioevale, terzo per estensione della provincia di Reggio Calabria, con un borgo di circa 1000 abitanti, costituito da diversi vicoli e slarghi con vedute panoramiche.

La zona che si intende segnalare è denominata “via del Carmine”, sulla quale sorgevano ben due filari di case tra cui antichi frantoi  demoliti attorno ai primi anni ’90 perché dichiarati pericolanti .

 

Inoltre lungo la via si trovano due importanti chiese: la chiesa di San Leo (1600) oggi sconsacrata e sede del “complesso bandistico Pietro Di Mauro città di Caulonia” e la chiesa dell’Immacolata (ex convento degli Agostiniani, 1700) con adiacente un antichissimo giardino gentilizio.

 

Su questa zona del paese, alla fine degli anni ’90 inizio 2000, sono stati fatti degli interventi di consolidamento della rupe in quanto, a seguito di uno studio geologico approfondito, è risultato che Caulonia è interessata da evidenti e continui fenomeni di instabilità.

Tuttavia, attorno alla prima metà degli anni 2000 in Via Carmine si sono manifestati costantemente segni di cedimenti mai risolti, fino ad arrivare a Giugno del 2016, quando, dopo forti piogge, si è verificato un grave sprofondamento con buona parte di cedimento del piano di calpestio associato ad una profonda frana. (vedi foto 5)

La stessa, se non peggiore, situazione si riscontra in Via San Biagio antico quartiere giudaico (vedi foto 6). Anche in questa zona tutti gli edifici che vi sorgevano sono stati demoliti durante i lavori di consolidamento.

Tutti questi fenomeni di dissesto hanno inciso sulla perdita di gran parte del patrimonio storico di Caulonia senza, a quanto pare, una definitiva risoluzione del problema.

Sulla base di quanto premesso e considerata la priorità che riveste la problematica suesposta  F.AR.I. (Federazione Architetti Ingegneri) ritiene opportuno

S E G N A L A R E

 

la propria preoccupazione riguardo la questione esaminata, osservando che con l’avvicendarsi della stagione delle piogge, cadute copiose in questi ultimi giorni, ci potrebbe essere il rischio che si verifichino altri  sprofondamenti con probabile pericolo per l’incolumità pubblica della popolazione residente e con il rischio che i cedimenti possano interessare oltre agli edifici prospicienti tale area anche la Chiesa dell’Immacolata, bene di notevole valore storico-artistico ed architettonico.

Pertanto, sulla base di quanto suddetto si CHIEDE a chi di competenza di intervenire in tempi celeri, ribadendo che un eventuale verificarsi di eventi alluvionali potrebbe con buona probabilità causare danni irreversibili a parte del tessuto urbano e del patrimonio edilizio pubblico e privato di questa zona di Caulonia.

 

In attesa di rapidi riscontri F.AR.I porge distinti saluti.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.