2 Dicembre 2020

Il seme lanciato da queste pagine con le “anticipazioni” sulle elezioni amministrative di Bovalino di primavera, sembra aver attecchito e qualcosa incomincia a muoversi. Dopo “Agave” e le dichiarazioni del coordinatore del movimento politico-culturale avv. Vincenzo Maesano, è la volta dell’esponente regionale di Forza Italia Giovani Filippo Savica, già individuato nel nostro articolo, quale possibile candidato a queste elezioni che seguono allo scioglimento del consiglio comunale a seguito del provvedimento ministeriale del 14 aprile del 2015, in zona Cesarini, a pochi giorni dalle scadenza naturale del mandato elettorale.

Savica spiega così  le motivazioni della sua discesa in campo. Bovalinese doc, cresciuto nel borgo antico di Bovalino Superiore, figlio di Domenico, patron del “Pericle d’oro”,  Filippo Savica, attualmente coordinatore cittadino  di FI-Giovani, da anni che si muove sul terreno politico-amministrativo non da sprovveduto:

“Conosciamo a menadito la situazione amministrativa di Bovalino e siamo impegnati a partecipare alla formazione di una lista che abbia la condivisione di tutti quelli che credono che insieme e con la consapevolezza di quanto grave sia la situazione, vogliono contribuire a far crescere in tutti senso: economico, culturale e sociale la nostra Bovalino. Abbiamo ascoltato sempre tutta la gente, indipendentemente dall’appartenenza politica e crediamo sia possibile dare una svolta perché Bovalino si riappropri del territorio e lo valorizzi. Non a parole o con manifesti populisti che lasciano il tempo che trovano, ingigantendo lo scetticismo dell’elettorato che si allontana sempre più dalla politica. Siamo convinti, di essere in grado di contribuire in maniera concreta e sincera alla formazione di una lista che rappresentati veramente tutti e crediamo fermamente che il buon senso e l’amore per questa città prevalga sugli interessi personali e slogan già sentiti ed obsoleti nelle precedenti competizioni elettorali. Lavoreremo, e lo stiamo già facendo, per aggregare professionalità, intelligenze, rappresentanze del mondo del lavoro: impiegati, liberi professionisti, imprenditori, commercianti, artigiani, studenti e anziani affinché ognuno, con le proprie idee e l’impegno fattivo possa concorrere al ritrovato senso civico e di fratellanza,  eliminando barriere e steccati che non favoriscono la vera socialità e il bene comune. Uomini e donne insieme per un obiettivo prioritario: eliminare ruggini e “veti” incrociati e lavorare per progetti fattibili. Sappiamo bene che il problema dei rifiuti solidi urbani, del depuratore consortile, dello sversamento nel mare di liquami fognari debbono far parte delle cose urgenti da fare. Occorrono moltissime risorse economiche e per questo presenteremo,con la partecipazione popolare, progetti per ottenere finanziamenti rivolti alla risoluzione dei problemi. Siamo aperti al confronto sereno pronti a fare anche un passo indietro qualora si dovesse  concretizzare la grande alleanza alla quale stiamo partecipando con entusiasmo nell’individuazione di un unico leader pronto a tenere guidare una coalizione aperta a tutte le forze politiche e sociali.  Siamo presenti nell’agone non per la conquista di poltrone ma per poter serenamente ed insieme dire finalmente: “Buongiorno Bovalino!”.

 

 

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.