Sab. Gen 23rd, 2021

Nel pomeriggio di domenica 12 Febbraio 2017 presso il centro Visite del Parco Nazionale d’Aspromonte, si è tenuta una riunione per manifestare l’interesse di adesione al costituendo Piano di Gestione Olivicolo della Locride da parte di Aziende Agricole e coltivatori del comparto olivicolo.

Nova Agorà Gerace, ideatrice del Piano in collaborazione con PRO.M.O.TER, ha registrato le prime importanti adesioni.

L’idea progettuale, della durata triennale, prevede l’applicazione di un protocollo tecnico-agronomico nel quale sono indicati gli interventi colturali ritenuti idonei per contenere e contrastare le criticità evidenziate nel comparto produttivo olivicolo. Tale proposta di modello organizzativo vuole implementare “una rete” virtuosa di lavoro laddove, come accade spesso nelle realtà produttive aziendali, la mancanza di comunicazione e condivisione di conoscenze, risultati e idee genera inutile dispendio di energie e non fa crescere il territorio.

Le finalità del progetto vanno verso il riequilibrio della produzione mediante il contenimento dell’alternanza di produzione con la razionalizzazione delle tecniche colturali, la predisposizione di interventi di potatura dimostrativi, la sensibilizzazione degli olivicoltori sull’opportunità di una razionale ed innovativa difesa fitosanitaria, l’introduzione e la diffusione di tecniche colturali razionali ed innovative. Tra gli obiettivi a breve termine del PGOL sono previsti la diffusione di tecniche innovative, la formazione del personale delle aziende con relativo rilascio degli attestati di abilitazione all’acquisto ed utilizzo dei prodotti fitosanitari , del patentino del trattorista, corsi di sommelier dell’olio.

Inseriti anche obiettivi a medio termine i quali prevedono il monitoraggio dei fitofagi nel comprensorio olivicolo, l’adozione di tecniche agronomiche appropriate per il contenimento e la riduzione dello stress idrico. I risultati di fine progetto prevedono la pubblicazione di report annuali dei dati raccolti ed elaborati dagli operatori di campo e la divulgazione finale di una guida pratica tecnico-applicativa rivolta agli olivicoltori.

Al termine della presentazione del piano di lavoro da parte il socio fondatore di Nova Agorà Anselmo Scaramuzzino, il presidente di Pro.M.O.Ter Giuseppe Fragomeni, dell’assessore comunale Carmelo Femia e dal tecnico agronomo Carlo Gambino, sono intervenuti, tra i presenti nel pubblico, il presidente del Gal Terre Locride Francesco Macrì, l’imprenditore Francesco Riccio, il Direttore del Parco Nazionale d’Aspromonte Sergio Tralongo ed il Presidente Giuseppe Bombino. Quest’ultimo, in particolare, si è espresso in termini positivi per la bontà del progetto, definendolo innovativo e non fine a sé stesso.

Non è la prima volta che il presidente Bombino manifesta la sua sensibilità e vicinanza al territorio sostenendo iniziative a favore della valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti agro-alimentari. Ha annunciato, infine, di essere disponibile a fare la sua parte fattivamente auspicando l’adesione anche di altri enti locali. A conclusione dei lavori, il Sindaco della Città di Gerace Giuseppe Pezzimenti, si è detto soddisfatto delle iniziative propositive e di valore che si stanno portando avanti in ambito rurale, le quali, insieme ad una adeguata promozione turistica e la valorizzazione artistico-culturale potranno portare indubbi benefici al comprensorio.

Il PGOL, dunque, vuole rappresentare un modello di start up alternativo ma al fianco di quello economico dei PSR 2014-2020 mettendo a disposizione competenze e ricerche fruibili dagli operatori di settore. L’agricoltura poco sostenibile, oggi, nella Locride più che negli altri luoghi, non può permettersi di perdere altro tempo.

lr

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.