LIBERIAMO SIDERNO DALL’INCUBO CHIMICO !

372

Occorre continuare la nostra azione di  controllo e pressione per quanto riguarda la questione ambientale, a causa di scorie inquinanti e cancerogene, abbandonate presso la ex-BP,  e la presenza della SIKA, ancora in attesa di autorizzazione AIA definitiva.

Prosegue il confronto con l’Amministrazione Comunale per affrontare in modo deciso la situazione di stallo di questi mesi.

L’interrogazione dell’on. Nicola Fratoianni di SI sulla ex-BP sta proseguendo il suo percorso ed è stata assegnata al Ministero della Sanità,  che ha attivato i suoi uffici periferici per fare dei controlli.

Abbiamo informazioni che anche sulla SIKA sono stati attivati dei controlli ed è intervenuta ARPACAL per raccogliere dati nei dintorni della zona.

In attesa di conoscere tutti i risultati, vogliamo incontrarci per informare sulle ultime notizie.

Quanto prima verrà inserito nello Statuto Comunale il rifiuto di fabbriche chimiche nel territorio sidernese.

Ma questo non è sufficiente, è necessario e fondamentale una presenza più attiva e costante dei cittadini per spingere le Autorità competenti a trovare i fondi per lo smaltimento immediato dei fusti corrosi e a rischio di sversamento con inquinamento delle falde, per questo invitiamo tutti i cittadini e tutte le organizzazioni e movimenti a un primo incontro per discutere le iniziative da prendere, che si svolgerà:

 

MERCOLEDÌ 8 Febbraio, alle ore 18 presso lo studio Argirò,

nella zona dell’ex Ospedale, di fronte ai campetti di calcio.

Comitato a Difesa della Salute dei Cittadini Sidernesi

6 febbraio 2017

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.