Ospedale Locri: donate al Pronto Soccorso 4 carrozzelle

671

La Famiglia romana della signora Anna Maria Giovinazzo, originaria di Sant’Ilario dello Jonio, tramite la figlia Marilena Checchi, ieri 13 febbraio, ha donato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Locri, quattro carrozzelle “per ringraziamento e riconoscimento del reparto che ha preso in cura la madre con professionalità, umanità”.
La signora Anna Maria, innamorata di questa nostra terra, era in vacanza, come ogni anno, nella sua Sant’Ilario dello Jonio. Si sentì male e venne ricoverata nel Pronto Soccorso di Locri l’11 agosto dello scorso anno.
Purtroppo le venne diagnosticato un tumore cerebrale, misconosciuto e sottovalutato altrove. Era molto sofferente ma venne stabilizzata con un iter scientifico-terapeutico apprezzato anche successivamente a Roma. Per ringraziare il presidio sanitario locrese, al rientro a Roma, la signora Anna Maria disse alla figlia Marilena che voleva fare una donazione all’Ospedale proprio per l’aiuto ricevuto a livello umano e professionale. La donna morì a Roma il 1° ottobre. Ma il suo desiderio è stato esaudito grazie anche alla raccolta fondi dei suoi colleghi di lavoro dell’Agenzia Spaziale Europea, che erano venuti a conoscenza di quel suo desiderio.
La figlia Mariena ieri -nel consegnare le quattro carrozzelle ed altro materiale- ha pubblicamente ringraziato tutto il presidio ed in particolare il Primario Dott. Giuseppe Zampogna, i medici Di Martino e Ferraro e tutta lo comunità di S. Ilario che l’ha supportata dall’inizio alla fine: “L’umanità del Sud è vera. C’è. L’Ospedale di Locri deve vivere e merita di essere adeguatamente attrezzato”, ha concluso l’intervista realizzata con noi.
Il Primario Zampogna da parte sua ha detto “E’ un gesto di alta sensibilità, importante, perchè si crea oltre all’empatia anche un’alleanza tra medico e paziente. Il medico riacquista la fiducia da parte dei pazienti ed i pazienti che credono sia nella struttura che negli operatori sanitari che prestano la loro opera secondo scienza e coscienza. E’ un raggio di sole che ci rasserena e ci incoraggia ad andare avanti”
Il Direttore Sanitario Dott. Vincenzo Schirripa ha sottolineato con piena soddisfazione ” Questo è un episodio che dimostra come anche presso l’Ospedale di Locri si può fare buona medicina”
Infine il Dott. Paolo Di Martino del Pronto Soccorso ha ringraziato la Famiglia per il gesto compiuto: ” Io sono rimasto favorevolmente colpito dalla risposta della signora, ci fa piacere e tra virgolette non so se essere contento o meno che i ringraziamenti e questi buoni comportamenti umani e professionali vengono colti da persone che non vivono qua, magari coloro che vivono qua invece colgono l’occasione per vedere la negatività -che sicuramente c’è come in tutte le realtà- però la positività delle cose passa sempre sotto traccia, non viene mai calcolata. Io ringrazio la signora di questo gesto. Per noi conta molto; per noi anche una sedia è tantissimo perchè siamo sprovvisti di tutto !”.
Il servizio integrale, realizzato con la collaborazione di Simona Coluccio, andrà in onda oggi sui TG di Telemia
Vincenzo Logozzo

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.