Serie D – Palmese da applausi, l’ Igea Virtus s’inchina

365

Strepitosa affermazione della squadra neroverde che si conferma “ammazzagrandi” e fa perdere la vetta ai barcellonesi. Criniti colpisce in apertura, Dorato chiude in conti all’ 87′ e la clamorosa scalata ai playoff continua.

La Palmese impone la legge del “Lopresti” ed anche l’ex capolista Igea Virtus si deve inchinare a Palmi. Si conferma una “ammazzagrandi” la compagine guidata da mister Mario dal Torrione che quando ospita le prime della classe sfondera prestazioni sopra le righe che annichiliscono le avversarie di turno. La Palmese vince con merito, concedendo praticamente nulla agli avversari giunti in Calabria in formazione rimaneggiata per le tante assenze tra squalificati e infortuni.

C’è il pubblico delle grandi occasioni a fare da cornice alla giorrnata neroverde con una folta e calorosa rappresentanza di tifosi giunta anche da Barcellona Pozzo di Gotto.

Partono subito forte i neroverdi che dopo appena tre minuti si portano in vantaggio: Lavilla crossa da destra per l’accorrente Dorato che di petto fa sponda Bonadio, il numero 7 della Palmese appoggia per Crucitti che calcia da fuori area. Vitale in tuffo devia lateralmente ma sui piedi dell’accorrente Criniti che calcia basso e di potenza infilando l’estremo difensore avversario. I padroni di casa spingono aull’acceleratore e all’8′ trovano anche il raddoppio sugli sviluppi di calcio d’angolo con uno stacco imperioso di Cassaro. Per il direttore di gara c’è un fallo in attacco di Taverniti ed il gol viene annullato.

Ci si aspetta la reazione dell’ Igea Virtus ma è ancora la Palmese a fare la partita. Al 25′ Crucitti va via in percussione saltando due avversari, scarica al centro dell’area per Dorato anticipato di un soffio da Mosca. Prima della chiusura della prima frazione di gioco gli scatenati Crucitti e Criniti costruiscono altre due occasioni da gol, la prima viene respinta dal portiere la seconda non viene finalizzata di un soffio da Lavrendi a causa del salvataggio sulla linea da parte del difensore Bucca.

Il primo squillo dell’ Igea Virtus arriva al 4′ del secondo tempo grazie ad una bella inziativa sulla fascia di Crifò che scodella al centro un pallone invitante per Lescano di testa, però, spedisce lontano dallo specchio della porta. Al 63′ chance clamorosa per la Palmese per il raddoppio: Criniti va ancora sulla fascia, mette al centro, velo di Dorato per l’accorrente Bonadio che scarica dal cuore dell’area di rigore, il riflesso ad una mano di Vitale è spettacolare e la palla finisce in angolo. Il finale è convulso: Vitale lascia la porta per andare a saltare in area avversaria sugli sviluppi di un corner. Dalla ripartenza nasce il calcio d’angolo che porta il bomber Santiago Dorato a chiudere la partita.

PALMESE-IGEA VIRTUS 2-0

Marcatori: 3′ pt Criniti e 42′ st Dorato

Palmese: Pellegrino, Lavilla, Cinquegrana, Cassaro,Taverniti, Corso (41′ Castellano), Crucitti, Bonadio (43′ Lugliese), Lavrendi, Dorato, Criniti. Allenatore: Dal Torrione

Igea Virtus: Vitale, Fontana, Bucca, Mosca, Di Stefano (10′ pt D’Angelo), Dalia, Di Grazia (17′ st Mazzù), Postorino, Crifò (31′ st Crinò) Lopez, Lescano. Allenatore: Raffaele

Arbitro: Rossetti di Ancona

Note: Spettatori 1000 circa di cui 150 ospiti. Ammoniti: Cassaro (P), Corso (P), Lavrendi (P), Crifò (IV), Castellano (P). Angoli 3-4. Rec: 1′ pt: 4′ st

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.