5 Dicembre 2020

E’ una lista di incompiute che non sembra avere fine quella tracciata dal Pd sull’operato dell’amministrazione comunale di Siderno. Strade, decoro urbano, rifiuti, servizi. Insomma, secondo il gruppo consiliare a distanza di oltre un anno e mezzo “la compagine di governo, fortemente voluta dall’ing. Pietro Fuda e da Fattore Comune, si dimostra incompetente ed inadeguata a risolvere i tanti problemi del territorio sidernese” scrivono, infatti, in un duro affondo stampa Mariateresa Fragomeni, Carlo Fuda, Giorgio Ruso e Salvatore Pellegrino. Il gruppo sottolinea come la città, a loro avviso, sia “allo sbando totale: Le strade sono pericolose, impraticabili, piene di buche e senza illuminazione, si circola e si parcheggia senza regole. Mancano i servizi e manca ogni programmazione per le varie manifestazioni a carattere culturale o implementative del turismo e del commercio. La macchina burocratica è confusa e disorganizzata e gira spesso a vuoto. Non si riesce ad incassare perché non si riesce a (o non si vuole) contrastare l’evasione: a pagare (troppo e senza alcun servizio corrispettivo) sono sempre e soltanto i soliti noti. Anche per quanto riguarda la raccolta differenziata assistiamo al continuo abbandono di rifiuti per strada, dove continuano a formarsi piccole discariche di quartiere senza che l’amministrazione prenda provvedimenti concreti contro i trasgressori”.
Ma guai a parlare di proposta di rimpasto. Ai nostri microfoni, infatti, Mariateresa Fragomeni ribadisce la volontà del gruppo Pd: “Per noi, tuona, deve cambiare la squadra amministrativa ed il metodo. Abbiamo fotografato la situazione generale del paese. Non siamo interessati alla poltrona ma a far ripartire l’attività del Comune. Vogliamo il rilancio della città di Siderno”.

INTERVISTA ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.