«Ad aprile Gentiloni in Calabria»

345

Ad annunciarlo il governatore Oliverio che ha incontrato il premier a Roma. Faccia a faccia anche con Delrio che assicura «ss106 opera strategica»

«Il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, ha incontrato questa mattina il presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni, con il quale ha svolto una disamina della situazione della Calabria e, in particolare, delle maggiori emergenze economico-sociali e delle attività in corso per dare impulso allo sviluppo occupazione e produttivo della nostra regione». È quanto comunica, in una nota, il portavoce del governatore Oliverio che prosegue «tra i principali problemi affrontati una particolare sottolineatura è stata dedicata al tema del sistema degli investimenti produttivi, alle infrastrutture e al ruolo del porto e dell’area di Gioia Tauro».
«Al termine del cordiale colloquio, il presidente Oliverio – prosegue la nota – ha invitato il presidente Gentiloni a visitare la nostra regione. Un invito che il premier ha immediatamente accolto, annunciando una sua visita in Calabria per il prossimo mese di aprile».
«Il presidente Oliverio infine, ha incontrato nel pomeriggio il ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio – conclude il comunicato – con il quale ha affrontato i problemi connessi al superamento delle difficoltà emerse nell’iter di realizzazione del progetto relativo al Macrolotto 3 Sibari-Roseto, le problematiche del rilancio del sistema aeroportuale calabrese alla luce dell’avvenuta aggiudicazione alla Sacal delle gestioni degli aeroporti di Crotone e Reggio Calabria e alla messa in attività dell’agenzia portuale di Gioia Tauro».

SS 106 OPERA STRATEGIA Sulla statale 106 «Il ministro –  si legge in una nota della Regione – ha ribadito al Presidente Oliverio l’impegno del Governo a dare priorità all’ammodernamento della Statale 106 come opera strategica del sistema infrastrutturale della Calabria e del Paese». Per questo, si legge, Delrio «ha informato il Presidente della Regione sulle iniziative poste in essere per superare le difficoltà di carattere procedurale e burocratico che sono emerse nell’ambito dell’esame delle procedure da parte della Corte dei Conti e delle osservazioni formulate. In particolare, il Ministero dei Trasporti ha attivato una serie di iniziative nei confronti del Consiglio superiore dei Lavori pubblici e dei ministeri abilitati ad esprimere pareri (Ambiente e Beni Culturali), al fine di ottenere la rapida soluzione delle problematiche insorte».

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.