2 Dicembre 2020

La Bovalinese bissa il successo ottenuto all’andata e lo fa nettamente, rifilando un poker senza precedenti nel ritorno delle semifinali: affronterà il Casabona in finale

 

Grandissima prestazione della Bovalinese, che regola anche in trasferta il San Calogero con il risultato di 0-4. Alla vigilia sia la proprietà, i dirigenti, lo staff tecnico e l’allenatore Criaco predicavano calma e di prendere con le pinze la gara di ritorno, nonostante il considerevole vantaggio dell’andata con il 2-0 maturato ad Ardore Marina. Anche questa volta gli amaranto hanno ripetuto una performance che rasenta la perfezione, per approccio alla partita, per gestione della stessa e per la pulizia tecnica con la quale è stata portata a casa, accedendo così alla finalissima che si giocherà presumibilmente al Gianni Renda di Lamezia Terme, come d’abitudine per l’atto finale della Coppa Calabria.

Il vantaggio della Bovalinese fa si che il bottino diventi cospicuo già dopo 25 minuti: ad aprire la danze ci ha pensato il solito Domenico Bruzzaniti, che dieci minuti dopo ha servito anche il raddoppio, nonchè la sua doppia firma personale. Nel secondo tempo il copione non cambia e Michele Grillo cala il tris già appena le due squadre mettono piede fuori dagli spogliatoi, mentre il poker che suggella un autentico capolavoro è siglato da Dionigi Placanica. Una corazzata quella della Bovalinese, costruita d’estate per vincere tutto e per poter tornare protagonista in quelle categorie che l’hanno resa celebre nella sua storia centenaria. Davanti alla Coppa Calabria, che sarebbe il primo trofeo in questa competizione per gli amaranto, adesso c’è solo il Casabona, che ha superato 2-0 il Krosia con una doppietta di Martino, dopo il pari a reti bianche nella gara d’andata: ppuntamento al 22 Marzo.

Facebook Comments

Di

CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.