Dom. Mag 16th, 2021

La scimmia balla pure a Caulonia.
Da Verona a Torino,
da Roma a Milano, il tour di
Francesco Gabbani farà tappa
anche in Calabria nella cittadina
rivierasca il prossimo 19
agosto, in piazza Bottari. L’ufficialità
è arrivata nel tardo
pomeriggio di ieri dai canali
social del vincitore dell’ultimo
Festival di Sanremo. Il cantautore
carrarese continua così
il suo successo dopo il trionfo
all’Ariston con Occidentali’s
Karma, singolo più venduto in
Italia dalla pubblicazione, al
numero uno in classifica sugli
store digitali, con oltre 70
milioni di visualizzazioni su
YouTube (come se ogni italiano
avesse cliccato almeno una volta).
Numeri da record, conditi
da un doppio disco di platino
e più di 100mila download.
Intanto si avvicina l’appuntamento
con l’Eurovision Song
Contest 2017: qui Francesco
Gabbani ha già stabilito un record.
E’ infatti il primo italiano
a partecipare a ben tre eventi
europei che anticipano il concorso
di Kiev, nonché considerato
tra i papabili per la vittoria
finale in una competizione
dove l’Italia non vince dal 1990
(con Toto Cutugno) e dove ha
trionfato solo due volte nonostante
partecipi fin dalla prima
edizione (il primo successo italiano
fu di Gigliola Cinquetti
con Non ho l’età nel 1964). C’è
un fil rouge che lega l’affermazione
sanremese di Gabbani
alla Calabria. Il paroliere di
Occidentalis’ Karma è infatti
Fabio Ilacqua, papà siciliano e
mamma nata a Grotteria,
piccolo centro nell’entroterra
della Locride. Francesco Gabbani
sarà accompagnato sul
palco da una band composta da
Filippo Gabbani (Batteria), Lorenzo
Bertelloni (tastiere), Giacomo
Spagnoli (basso) e Davide
Cipollini (chitarra). L’uscita del
nuovo disco d’inediti è in programma
il prossimo 28 aprile.
Il videoclip del brano postato
sul sito dell’Eurovision Song
Contest ha già registrato oltre
400mila visualizzazioni; si tratta
di una versione speciale per
la competizione
europea. È stato infatti
necessario tagliarla per rientrare
nei tre minuti previsti
dal regolamento, sacrificando
la seconda strofa. Nonostante
l’agguerrita concorrenza, che in
larghissima maggioranza canta
in lingua inglese, godendo così
di una più facile comprensione
da parte del pubblico, non ci
sono dubbi: la sottotitolazione,
la melodia, la scimmia: questo
mix di elementi ha fatto già
innamorare il pubblico oltre i
confini nazionali.
Ilario Balì

CRONACHE DELLE CALABRIE

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.