INTIMIDAZIONI GLOBALIZZATE

27

 

Scritte minatorie contro don Ciotti sono apparse anche a Palermo. Le stesse che otto giorni fa furono cancellate da un muro  dell’episcopio di Locri.
Si resta basiti. Ed è chiaro che i due fatti vanno approfonditi dal punto di vista investigativo.
È la stessa mano che opera in trasferta? O le mafie si scambiano cortesie?
In un sustema globalizzato, si sa anche il crimine, può agire…come dire…in rete.

di Enzo Romeo

Facebook Comments



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *