MARINA DI GIOIOSA, VESTITO NON SI DIMETTE: ‘RESTO PER DIFENDERE LA CITTA”

259

“Non ci dimettiamo, abbiamo
giurato fedeltà alla Costituzione.
Nel momento difficile ho il
dovere inderogabile di restare al
mio posto per difendere la mia
città». E’ il passaggio chiave
delle comunicazioni del sindaco
di Marina di Gioiosa Domenico
Vestito durante il Consiglio
Comunale di ieri pomeriggio.
Il primo cittadino ha ritenuto
doveroso informare l’intero consesso
e i cittadini sulla Commissione
d’accesso agli atti, insediata
in municipio dallo scorso 13
febbraio.
«Serve distinguere per non confondere
– ripete più volte Vestito
– Non sono qui a celebrare
una autodifesa ne ad inscenare
processi pubblici o di piazza,
di cui francamente non se ne
sente bisogno». L’Amministrazione
Comunale ha consegnato
ai commissari prefittizi tutta la
documentazione richiesta, circa
60 mila documenti protocollati
e migliaia di delibere.
«La ‘ndrangheta è una presenza
reale e non metafisica – ha rimarcato
Domenico Vestito – Nel
nostro percorso amministrativo
abbiamo fatto di tutto per invertire
la rotta, ma questo momento
peserà sul governo del paese.
Siamo qui grazie al voto popolare
– ha aggiunto il sindaco –
Abbiamo giurato fedeltà alla
Costituzione». Per Vestito tuttavia
«Serve equilibrio di analisi
e di valutazione. Questa nostra
città ha bisogno di liberarsi
dalle scorie del sospetto e del
pregiudizio dilagante. Dopo il
13 febbraio nulla sarà più come
prima. Governare con questo
stato d’animo non è facile, ma
le dimissioni darebbero un senso
di resa e farebbero passare un
messaggio di sfiducia soprattutto
tra i giovani. Confermiamo – ha
concluso – il nostro impegno per
il bene del paese».
Alle comunicazioni del primo
cittadino hanno replicato i
consiglieri di minoranza Mariateresa
Badolisani e Pasquale
Mesiti. «Mi auguro che non ci
siano rilievi tali da determinare
lo scioglimento – ha affermato
Badolisani – È un fatto gravissimo
che non può lasciarci indifferenti.
Le comunicazioni del
sindaco sono arrivate in ritardo.
Nessuno – ha chiosato l’avvocato
– può gioire».
Ilario Balì

CRONACHE DELLE CALABRIE

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.