Polistena, prima per Premio Cultura Cinematografica

393

Sarà l’auditorium dell’Itis ad ospitare ottava edizione del Premio Cultura Cinematografica promosso dall’Associazione culturale Girolamo Marafioti con patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria. Un evento, previsto per il prossimo 18 marzo alle ore 17, che il presidente Piero Cullari ha fortemente voluto sin dai tempi in cui era assessore alla cultura del Comune.

“Sono stati cinque anni meravigliosi – ha esordito Cullari – senza dimenticare che il direttore artistico era Mimmo Calopresti che è riuscito a portare a Polistena delle vere e proprie eccellenze tanto da dare lustro al premio oltre i confini regionali”. Poi anni di oblio, ripete Cullari, con l’avvento della nuova governance cittadina e finalmente la ripresa delle attività, da tre anni, grazie all’intraprendenza ed al supporto dell’Associazione Marafioti.

Un primo anno in sordina, poi l’exploit del premio consegnato all’attore Fabrizio Ferracane per “Anime Nere” e quindi la grande novità di questa edizione con il film “Ho amici in paradiso” del regista salentino Fabrizio Maria Cortese coprodotto, dalla Golden Hour e dalla Fondazione Don Guanella. “Quest’anno – sottolinea Cullari – abbiamo avuto la fortuna di entrare nel circuito nazionale di una certa cinematografia che ci ha consentito di portare a Polistena una prima visione assoluta in ambito regionale e meridionale, un film ancora in uscita nelle sale cinematografiche italiane, essendo stato presentato esclusivamente ad Hollywood, Los Angeles e Roma”.

Girato quasi interamente presso l’istituto Don Guanella di Roma, un centro che accoglie ragazzi disabili, tratta la storia di una conversione dal malaffare grazie alla scoperta dei valori della vita trasmessi da ragazzi meno fortunati. Del cast fanno parte, tra glia altri, gli attori Valentina Cervi, Fabrizio Ferracane, Antonio Catania, Antonio Folletto, Enzo Salvi, Emanuela Garuccio, Erica Blanc, Christian Iansante.

“Per noi è un onore riuscire a premiare a Polistena questo film” ha proseguito Cullari che ha evidenziato altresì la mancanza a tutt’oggi di un direttore artistico che possa efficacemente prendere le redini del premio. “Siamo in contatto con molti registi italiani – ha proseguito – e stiamo vagliando la personalità di riferimento a cui affidarne la gestione. Spero tanto di poter fare il nome già la sera stessa della premiazione”.

Non più l’orafo crotonese Gerardo Sacco a realizzare il riconoscimento da quest’anno affidato per la realizzazione alla mano esperta dell’artista polistenese Luciano Tigani che si è liberamente ispirato alla vittoria alata bronzea, comunemente conosciuta come la “Bellona”, del maestro scultore Francesco Jerace. “Mi auguro che presto questo premio possa essere presto istituzionalizzato da parte del Comune” ha chiosato Cullari sottolineando la caratura degli artisti che hanno ricevuto in passato il riconoscimento e quelli che si apprestano ad affacciarsi a Polistena. A consegnare il premio al regista Cortese, accompagnato per l’occasione dagli interpreti Emanuela Garuccio e Antonio Catania, sarà il Presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.