Quarantenne uccisa a Cirò Marina, non si esclude pista femminicidio

463

Antonella Lettieri è stata ritrovata in una pozza di sangue sull’uscio di casa dove la donna viveva da sola. A determinare la morte sarebbe stato un colpo alla testa inferto con un corpo contundente

Potrebbe trattarsi di femminicidio. E’ questa una delle ipotesi prese al vaglio dagli inquirenti che questa mattina hanno rinvenuto in una pozza di sangue Antonella Lettieri, 40 anni, nella sua abitazione di Cirò Marina dove la donna, che era single, viveva da sola. Indossava un giubbotto e aveva accanto il telefono cellulare.
A determinare la morte della donna, che risalirebbe a ieri, un colpo alla testa inferto con un corpo contundente. Il corpo di Antonella rinvenuto dal fratello recatosi a casa della sorella preoccupatosi perché la donna, commessa, non si era recata a lavoro.
“E’ un omicidio efferatissimo”: è stato questo il primo commento del colonnello Salvatore Gagliano, comandante provinciale dei Carabinieri di Crotone. Sul posto per effettuare i primi rilievi e per stabilire l’esatta dinamica della morte anche i carabinieri della Compagnia di Cirò Marina, del Nucleo investigativo e gli specialisti della squadra di investigazioni scientifiche del Reparto operativo. Presenti anche il pm di turno della Procura della Repubblica di Crotone e il medico legale.

 

L’abitazione sarebbe stata trovata a soqquadro, questo il motivo per cui inizialmente era stata avanzata l’ipotesi di una rapina finita poi in tragedia.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.