Sab. Mag 15th, 2021

Nel giorno di S.Giuseppe , nella festa del Papa’, nella festa di quella figura che per la famiglia , con il proprio lavoro nobilita l’importanza dell’uomo nell’universo, dove la fatica , porta frutto , porta benessere,porta indipendenza, che schiva il servilismo , la raccomandazione, arriva lo sbarco della LEGALITA’ ISTITUZIONALE , con la massima carica dello stato il nostro apprezzatissimo e stimatissimo Presidente della Repubblica MATTARELLA ,che viene in questa area depressa e decompressa, dove la disoccupazione aumenta vertiginosamente , dove l’insicurezza quotidiana incute terrore piu’ dell ‘ISIS e dove oggi , l’unica fonte di economia palliativa tangibile e’ la politica dell’accoglienza verso tutti, verso ex -galeotti , verso asilanti e non ,camuffati negli barconi, arrivano in questa America Mediterranea. Una zona della penisola , dove l’affitto per questi disperati costa il doppio che per i residenti, dove l’alfabetizzazione e insegnamento della lingua italiana, non e’ assegnata a insegnanti ministeriali e abilitati che operano nelle scuole statali, ma a soggetti , magari anche preparati , ma che non hanno superato nessuna selezione che vengono scelti nei comuni che aderiscono a progetti SPRAR, SOLO MEMBRI DI COOPERATIVE , SENZA NESSUN BANDO PUBBLICO ISTITUZIONALE TERRITORIALE. Presidente , sei sbarcato, non c’e’ con te LAIKA, ma solo qualche cane rognoso che si permette di scrivere nefandezze sui muri della LOCRI, dove prima del tuo arrivo si sistema la” base del pianeta LOCRIDE”, con rifacimento di strade, pulizie spiagge e lucidamento di cartelli , segnaletica e montaggi di location cerimoniali. Questa e’ la Locride, dove al tuo passaggio le prostitute che tutto l anno lavorano davanti le chiese e i semafori , per l’occasione vengono rimosse dal loro luogo di lavoro , senza il timbramento del cartellino e senza giustificativo attestante lo spostamento. Presidente , sei arrivato in una zona dove i diritti costituzionali e i codici vigenti nella repubblica, risultano come un favore da ricevere, mentre in altre parti d’Italia, sono garantiti normalmente. La gente di Calabria onesta , civile e laboriosa, apprezza e sostiene , Libera , apprezza il tuo gesto di piantare il TRICOLORE ,in questo PIANETA LOCRIDE , dove esiste solo la Forza della ZAVORRA dell’illegalita’ e dove vivere liberamente e’ una MISSIONE IMPOSSIBILE. Apprezziamo la tua venuta , in questa terra, che preannuncia la XXII Giornata della MEMORIA E DELL’IMPEGNO CONTRO LE MAFIE, voluta fortissimamente da Don Ciotti e da Libera, in questa cittadina locridea , simbolo della forte presenza di criminalita’ e di altissimo numero di disoccupati e degrado sociale, ma siamo certi e consci che non basta purtroppo, ma dovrebbe essere segnale per garantire e avviare una strada , da percorrere con qualche decreto e qualche misura convinta e forte , per rafforzare la presenza dello Stato , che sia scudo della gente e del popolo , atto a garantire l’esercizio della LIBERTA’. Ricordare piu’ di 950 persone vittime della criminalita’, incontrando i familiari delle vittime e sensibilizzando i partecipanti con frasi fatte, trite e ritrite di tutti i politici che da ROMA , vengono a ripeterci che la MAFIA E’ SENZA ONORE E che bisogna smettere con il clientelismo. Siamo tutti d’accordo, condanniamo ogni forma di clientelismo , compromesso e ogni forma di illegalita’ diffusa, ma ci chiediamo cosa stia facendo di concreto lo Stato, rappresentato anche dai politici incaricati a leggiferare, per contrastare la CORRUZIONE, L’ILLEGALITA’ e la pressante cappa di anti -stato che preme sulla LOCRIDE ? Da diverso tempo ,si parla di un fantascientifico” DECRETO LOCRIDE “, che il Ministero degli Interni e il Consiglio dei Ministri , avrebbero dovuto varare qualche anno fa, per stringere forte e benefica morsa della legalita’ istituzionale in questa terra, ci chiediamo pensierosi, preoccupati e ansiosi, che fine abbia fatto?Lo aspettiamo , lo reclamiamo, un decreto che insieme alla cultura, avvii finalmente quello sviluppo socio -economico, che rendi veramente libero e indipendente, il cittadino e il giovane locrideo e calabrese in generale.Ci sta che si celebrino queste manifestazioni, il cittadino che ci crede non le critica, ma deve solo accettarle e rafforzarle con la reazione concorrente in quella rivoluzione cultural-popolare, che ognuno deve cercare nel quotidiano. Quindi ben vengano Presidenti, Ministri e Associazioni garanti di Legalita’,l’importante e ‘che si uniscano e si rafforzino sotto la Cupola Trasparente della Legalita’ istituzionale chiara e illuminante, che sia concorrente forte della Cupola Grigia delle forze che remano solo in una direzione, zavorrata dall’illegalita’, freno attivo dello sviluppo e della liberta’ locridea e della sua gente , ormai stufa della debolezza dello stato e che ha paura a collaborare con i garanti della legge sul territorio. Dopo la presentazione, la cerimonia, serve agire con forza istituzionale , chiarendo una volta per tutte che il percorso e’ partito, evidenziando che questa terra ha risorse preziose e menti sopraffine impiegabili per il bene della comunita’, dategli solo la liberta’ e lo scudo Tricolore, della giustizia , dell’ordine e dell’anti- corruzione, che sia sufficiente a frenare lo spopolamento e diminuisca la sofferenza di una comunita’ da sempre padrona e proprietaria di un bagaglio forzoso, che appesantisce l’emigrazione e aumenta l’impoverimento della nostra Regione,che non si e’ mai fermato…e continua il suo inesorabile e triste cammino. Gianpiero Taverniti

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.