Ven. Mag 14th, 2021

“Ritiro la mia candidatura a sindaco e annuncio la mia condivisione alla coalizione di centrosinistra. Non sono disponibile ad essere candidato di pezzi singoli della coalizione”. Lo ha detto, incontrando i giornalisti, Antonio De Marco, annunciando che non correrà più come candidato a primo cittadino di Catanzaro per il centro moderato. “La coalizione a mio sostegno – ha detto De Marco – in pratica non c’è più perché l’Udc ha palesato che componenti importanti interne al partito, in particolare i consiglieri comunali uscenti, ritengono non sufficientemente competitiva la coalizione iniziale sostenendo la necessità di aderire a quella di Enzo Ciconte, rompendo l’accordo di coalizione”. De Marco ha analizzato anche le ripercussioni che questa scelta potrebbe avere sul risultato elettorale. “Chi ha ispirato questa operazione – ha detto – ha commesso un grave errore politico perché l’annullamento di una coalizione di Centro moderato indebolisce le potenzialità del fronte ‘anti-Abramo’. La rottura del terzo polo indebolisce la potenza elettorale del centrosinistra perché fa perdere pezzi della coalizione come Catanzaro da Vivere e le liste civiche che correranno da sole nell’attesa do prendere una posizione al ballottaggio”. Antonio De Marco si è spinto anche a parlare di “cancro della democrazia e della politica di Catanzaro, che è il ruolo dei consiglieri comunali uscenti, non tutti ovviamente. Consiglieri titolari di pacchetti di voti personali legati a situazioni professionali, di quartiere o di famiglia, disponibili a navigare da uno schieramento all’altro senza problemi di colocazione politica, di ideale o culturale che condizionano la vita amministrativa della città”. Secondo De Marco, “le scelte delle coalizioni a Catanzaro sono eternamente condizionate dalle transumanze e dai ricatti dei consiglieri e dei portatori di voti e dalle loro valutazioni che si basano sull’opportunità di essere eletti e non su una condivisione di ideali e politica. In quest’ottica, le scelte amministrative rimangono ancorate ai condizionamenti dei consiglieri e non ai programmi ed alle esigenze della città”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.