Gio. Gen 21st, 2021

L’ ultima giornata di campionato, in programma domenica prossima, sarà “viva” solo per le squadre di coda. In alto i giochi sono fatti per la promozione, mentre la Cittanovese, da regolamento, alla luce del vantaggio abissale sulla terza, è già qualificata alla fase nazionale degli spareggi per la Serie D.

In coda, stando così le cose, alla luce di quel che sta verificando nelle ultime giornate e, della differenza di motivazioni, la logica impone di cosiderare che i play out dovrebbero riguardare Gallico Catona e Cutro ed anche Reggiomediterranea e Corigliano. Vediamo, allora, di spiegare il motivo e di capire come si potra evolvere la situazione, concentrandoci sulle squadre di coda (e tenendo il mente che il processo Dirty Soccer aleggia sul destino del campionato visto che c’è il Sambiase coinvolto).

LOCRI (36) – Non è ancora matematicamente salvo in caso di vittoria sulla Luzzese a Paola, nell’ in cui dovesse arrivare a pari merito con il Gallico Catona e con il Siderno, sarebbe costretto  a disputare i play out per la classifica avulsa negativa. Nell’ ipotesi di arrivo a pari merito con il solo Gallico Catona, invece, essendo in perfetta parita gli scontri diretti (2-1 e 1-2) si andrebbe a guardare la differenza reti generale, che premia gli amarantro di Francesco Ferraro (-8) rispetto al Gallico Catona (-14).

Con un pareggio, però, il Locri è salvo matematicamente e domenica arriva un Trebisacce che nulla ha chiedere alla classifica.

SIDERNO (36) – La squadra di Laface è praticamente salva. Potrebbe essere affiancata dal Gallico Catona in caso di sconfitta a Cittanova, ma essendo pari gli scontri diretti, si dovrebbe andare a guardare la differenza reti generale e il Siderno è a -5: questo vuol dire che il Gallico Catona (-14) dovrebbe vincere almeno 9-0 in casa con il Sambiase!

LUZZESE (34) – Se vince a Paola, contro un avversario ormai in vacanza, è fatta. Altrimenti si condanna ai play out, viste le gare dell’ultima giornata. La squadra di Petrucci, pertanto è padrona del proprio destino.

GALLICO CATONA (33) –  Domenica ospita il Sambiase e può battere un avversario ormai salvo. Ma il successo avrà valore di salvezza soltanto se la Luzzese non vince a Paola. In caso di arrivo a 36 con il Siderno sarebbe penalizzato, come abbiamo visto, da una differenza reti complessiva negativa.

REGGIOMEDITERRANEA (32) – Dovrà vincere a Lamezia con una Vigor ormai in vacanza, però si tratta pur sempre della Vigor! In caso di arrivo a pari merito con il Corigliano, essendo uguali gli scontri diretti (1-0 e 0-1), la squadra reggina si fa preferire per via della differenza reti generale complessiva (-9 contro -12), a meno che il club jonico non travolga l’ Isola con 4 reti di scarto.

Questo significa che può giocare il play out in casa. Ci potrebbe anche essere l’ipotesi di un arrivo a 35 con lo stesso Corigliano e la Luzzese. In questo caso il play out lo giocherebbe sempre in casa, ma contro la Luzzese.

CORIGLIANO (32) – Si è inguiato perdendo a Cutro. Adesso dovra giocare contro la Capolista che, avendo già vinto il campionato, non ha stimoli particolari. La salvezza diretta è un miraggio. E’ destinato a giocare il play out in trasferta, a meno che non vi sia un arrivo a tre a 35 con Reggiomediterranea e Luzzese. In questo caso giochrebbe fra le mura amiche con il Cutro.

CUTRO (30) – E’ certo di giocare il play out e potrebbe farlo in casa in una sola circostanza: qualora Corigliano e Reggiomediterranea perdessero e lo stesso Cutro vincesse a Acri. In caso di arrivo a tre a quota 33, con Corigliano e Reggiomediterranea, sarebbe penalizzato dalla classifica avulsa.

(FONTE QUOTIDIANO DEL SUD)

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.