Lun. Mag 17th, 2021

MONOPOLI – COSENZA 2-6

MONOPOLI (4-3-3): Pellegrino 4,5; Carissoni 5 Ferrara 5 Mercadante 5 Ricucci 5,5; Franco 5,5 Nicolini 5,5 (1′ st Cavagna 6) Balestrero 5,5 (1′ st Mavretic 6); Montini 5 Gatto 5,5 (17′ st Vuthaj 5,5) Nadarević 5,5. In panchina: Figliola, Genchi, Bei, Sounas, Parker, Padalino, Bacchetti. Allenatore: Bucaro 5

COSENZA (4-3-3): Perina 6; Corsi 6,5 Tedeschi 6 Blondett 6 D’Orazio 6,5; Caccetta 7 Ranieri 7 (37′ st Collocolo sv) Mungo 7; Statella 7 (23′ st Criaco 6) Mendicino 7,5 Letizia 7 (31′ st Cavallaro 6,5). In panchina: Saracco, D’Anna, Meroni, Pinna, Madrigali, Capece, Calamai, Baclet. Allenatore: De Angelis 7

ARBITRO: Curti di Milano 6

MARCATORI: 14′ pt, 38′ pt Mendicino (C), 28′ pt Franco (M), 36′ pt Caccetta (C), 4′ st Statella (C), 22′ st Letizia (C), 27′ st Vuthaj (M), 45′ st Mungo (C)

NOTE: spettatori 1300 circa di cui una ventina ospiti. Ammoniti: Mendicino (C), Mungo(C). Angoli: 5-2 per il Monopoli. Recupero: 0′ pt, 3′ st

MONOPOLI (BA) – Vittoria di forza per il Cosenza che fa sua una partita dominata per l’intero arco dell’incontro: sei reti realizzate dai silani e fischi a scena aperta per la formazione di casa.
Diverse novità in casa Cosenza. Dal primo minuto ritornano in campo Tedeschi in difesa, Caccetta a centrocampo e Mendicino in avanti. Cavallaro si accomoda in panchina mentre Letizia si posiziona sul versante di sinistra dell’attacco. Le formazione scese in campo al “Veneziani” optano per il 4-3-3. Per i pugliesi spazio al tridente offensivo composto da Monti e Nadarević ai lati con Gatto al centro (foto repertorio Farina).

CRONACA – La prima azione segna il minuto 13 con un colpo di testa di Balestrero che termina alto sopra la traversa. Dopo sessanta secondi il Cosenza passa in vantaggio. Letizia serve sul lato sinistro Caccetta: il centrocampista di piatto la passa nel mezzo a Mendicino che non sbaglia. Reazione immediata dei biancoverdi al 17′. Montini scambia nello stretto con il compagno Balestrero che dal centro ci prova a giro: pallone fuori di poco. Caccetta al minuto 20 viene servito in bello stile da Mungo. Il centrocampista palermitano supera Pellegrino ma il guardalinee ferma tutto per sospetta posizione di fuorigioco.

Al 27′ Letizia si allarga dopo uno scambio ravvicinato con Mendicino. La conclusione del calciatore campano non è delle migliori. Al 28′ Franco pareggia i conti con un tiro da fuori sul quale nulla può Perina. L’autore del pari per il Monopoli ruba palla a Ranieri e lascia partire un fendente che non inquadra la porta. La formazione silana non si demoralizza e al 36′ riporta la partita in suo favore. Mungo lancia Mendicino il quale stoppa e mette la sfera in area per Caccetta abile nel superare il portiere. Passaggio d’esterno di Mungo e al 38′ Mendicino fa ancora centro per l’1-3 fulminante. Occasione ancora una volta per il Cosenza che al 44′ colpisce la traversa su calcio di punizione con D’Orazio. Nessun minuto di recupero e squadre negli spogliatoi.

La seconda frazione di gioco inizia con un doppio cambio da parte degli uomini di Bucaro. A Balestrero e Nicolini subentrano Mavretic e Cavagna. Al 4′ della ripresa contropiede magistrale di Ranieri che con un taglio preciso serve Statella per il poker a tinte rossoblù. Undicesimo sigillo per il centravanti che con un preciso rasoterra supera il portiere Pellegrino. Subito dopo Cavagna da calcio piazzato prova ad accorciare le distanze: sfera fuori di poco. Il Monopoli opta per il terzo cambio al 16′: esce Gatto ed entra Vuthaj. Al 22′ Letizia realizza la quinta marcatura di giornata sponda rossoblù. Dopo 5 minuti Vuthaj accorcia le distanze con un preciso diagonale.

Al 35′ Montini prova a sorprendere Perina ma l’esito della conclusione non è positivo. Tanto possesso palla per i silani mentre i pugliesi provano ad imbastire qualche azione offensiva. D’Orazio al 37′ si vede negare la gioia della rete grazie all’intervento del portiere che devia in angolo. Il Cosenza segna al 45′ la sua sesta rete con Mungo che da due passi trafigge il portiere dopo l’assist di Cavallaro. Dopo 3 minuti di recupero la partita termina in favore dei silani che inseriscono, durante gli ultimi 20 minuti, Criaco, Cavallaro e Collocolo al posto di Statella, Letizia e Ranieri.

______________________________________________________________________

MELFI-VIBONESE 0-1

MELFI: Gragnaniello, Bruno, Laezza, De Giosa (Libutti 35’pt), Esposito, Foggia, De Vena (Marano 21’st), Romeo, Gammone, De Montis (De Angelis 13’st), Vincente. All.: Diana.

VIBONESE: Russo, Minarini, Giuffrida, Sicignano, Moi, Legras, Saraniti, Sowe (Bubas 44’st), Yabre (Torelli 25’st), Viola, Manzo. All.: Campilongo.

MARCATORI: Minarini 43’pt

ARBITRO: Ranaldi di Tivoli

NOTE-AMMONITI: Giuffrida, Yabre, Moi (V); De Montis, Gammone, Vicente, De Angelis (M)

MELFI (POTENZA)- Dopo il beffardo pareggio interno con il Monopoli (oggi sommerso da un sonoro 2 a 6 a domicilio, ad opera del Cosenza), gli uomini di Campilongo riprendono la marcia verso un’insperata salvezza. E lo fanno andando a vincere il disperato scontro diretto in quel di Melfi con una rete di Minarini al 43’pt: è una grave indecisione di Gragnaniello a favorire la rete dopo un sinistro insidioso dal limite del giocatore in rossoblù.

Il buon ‘vecchio’ Aimo Diana prova a scuotere i suoi con qualche cambio, con Vicente pronto a rendersi pericoloso in più occasioni, ma non riesce a far sfondare i suoi . Fondamentale, per conservare il risultato, il miracolo di Russo (tra i colpevoli del gol subito dal Monopoli al 94’st, nell’ultima giornata) al 86’st: colpo di testa angolatissimo di Esposito e palla deviata in angolo con un’autentica prodezza.

La vittoria è provvidenziale: La Vibonese non è più ultima, con il Melfi ora tre lunghezze dietro ed il Taranto raggiunto a quota 30 punti. Decisive anche le sconfitte interne di Catanzaro e Monopoli: giallorossi e biancoverdi distano rispettivamente 2 e 3 punti.

______________________________________________________________________

Ottava vittoria consecutiva per il Foggia che non arresta la sua corsa verso la Serie B. La partita decolla nella seconda frazione in favore dei pugliesi. Mazzeo e Di Piazza stendono un buon Catanzaro che ha tenuto botta per gran parte della partita. I calabresi si schierano con il 4-4-2 mentre il Foggia opta per il 4-3-3. In avanti da un lato Giovinco e Sarao, dall’altro, invece, Sarno e Sainz-Maza ai lati a supporto del centrale Mazzeo.

CRONACA – Al 3′ Sarao sfiora il vantaggio con un colpo di testa che termina di poco fuori. Dopo 9 giri di orologio il Foggia si vede annullare una rete di Mazzeo per sospetta posizione di fuorigioco. Alla mezz’ora Mancosu ruba un pallone sugli sviluppi di un disimpegno errato della difesa rossonera: il centravanti ci prova da centrocampo ma la palla non arriva a destinazione. La partita cala vistosamente dopo i primi minuti concitati vissuti ad alta intensità da ambo le parti.

Nella seconda parte dell’incontro, precisamente al minuto 9, Giovinco ci prova centralmente ma Guarna blocca senza particolari problemi. Tanto possesso palla sponda ospite con il tentativo dei locali di chiudere ogni varco alla prima della classe. Al 30′ Di Piazza si gira dal limite dell’area e lascia partire un potente tiro che non trova la porta. Dopo 180 secondi Mazzeo e Gerbo destreggiano la sfera servendo Chiricò. Il furetto del Foggia crossa servendo Di Piazza che a tu per tu con il portiere fa centro.

Nel giro di 4 minuti i pugliesi raddoppiano con Mazzeo. L’ex Benevento e Cosenza di piatto firma la seconda marcatura. A nulla serve la rete di Maita al 38′ caparbio nel segnare dal limite con una conclusione precisa ed efficace. Sul finire Chiricò colpisce il palo dopo aver superato De Lucia. Successo importante per il Foggia, attualmente a +9 dal Lecce: la Cadetteria per i Satanelli è sempre più vicina.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.