Mar. Mag 18th, 2021

Zanini illude le aquile, Sowe manda in estasi la Vibonese

VIBONESE – CATANZARO 2-1

VIBONESE Russo; Manzo, Moi, Silvestri; Legras (15’st Cogliati), Giuffrida (26’st Saraniti), Torelli, Viola, Minarini; A. Sowe, Bubas (33’st Yabre).  A disposizione: Mengoni, Scapellato, Tindo, Lettieri, Piroska, M. Sowe, Usai, Favasuli. All. Campilongo

CATANZARO De Lucia; Esposito, Prestia, Sirri, Patti; Mancosu (32’st Gomez), Van Ransbeeck (41’st Basrak), Maita, Zanini; Giovinco (15’st Pasqualoni), Sarao. A disposizione: Svedkauskas, Leone, Pagano, Bensaja, Cedric, Imperiale. All. Erra

Arbitro: Fourneau di Roma. Assistenti: Viola e Lacalamita

Marcatore: 7’pt Zanini 3’st Sowe 29’st Sowe

Note: Ammoniti Mancosu Torelli, Bubas, Russo, Yabre, Sarao, Moi espulso Patti

VIBO VALENTIA – Quello tra Vibonese e Catanzaro è un derby fondamentale nella corsa per la salvezza, e gli uomini di Campilongo riescono ad avere la meglio nonostante un avvio ad handicap, caratterizzato da un inatteso vantaggio.

Zanini porta infatti in vantaggio gli ospiti giallorossi dopo soli sette minuti di gioco: cross di Mancosu e stacco di testa vincente dell’esterno di Erra, che manda in visibilio i 700 tifosi catanzaresi arrivati a Vibo per rinnovare il gemellaggio con i rossoblù.

La reazione dei padroni di casa arriva nella ripresa ed ha come assoluto protagonista Sowe: il gambiano pareggia dopo soli tre minuti della seconda frazione, sfruttando al meglio un filtrante di Bubas, e trova poi la marcatura del sorpasso alla mezz’ora. Dopo un batti e ribatti in area giallorossa, ancora il gambiano, difatti, è il più lesto ad approfittarne, portando in vantaggio i suoi compagni.

Il Catanzaro non riesce più a trovare il bandolo della matassa,uscendo dal Luigi Razza sconfitto e raggiunto in classifica proprio dalla Vibonese.


Reggina-Virtus Francavilla Calcio 3-2

Reggina: Sala, Gianola, De Francesco, Knudsen, Botta, Konsic, Porcino (39’st Cucinotti), Cane, Bianchimano (15’st Coralli), Leonetti (24’st Bangu), De Vito. A disp: Licastro, Maesano, Carpentieri, Tripicchio, Lo, Romanò, Lancia, Mazzone, Tommasone. All. Zeman

Virtus Francavilla Calcio: Albertazzi, Biason (20’st Prezioso), Pino, Albertini (23’pt Alessandro), Galdean, Triarico, Gallù (32’st Ayina), Abate, Abruzzese, De Toma, Nzola. A disp: Costantini, Montagnolo, Pastore, Turi, Salatino, Finazzi, Monopoli. All. Taurino

Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido (Salvatore Sangiorgi di Catania-Vincenzo Madonia di Palermo)

Marcatori: 9’pt Bianchimano, 11’pt Leonetti, 36’st Bangu (RE) 35’st, 44’st Abate (VF)

Note: Ammoniti: Gianola, Kosnic (RE) Abruzzese (VF). Recupero: 2’pt, 4’st

EGGIO CALABRIA – La Reggina torna alla vittoria superando meritatamente la Virtus Francavilla. La squadra di Zeman spinge ancora una volta più in là lo spettro play out ipotecando la vittoria già nel primo tempo chiuso sul punteggio di 2-0. Amaranto in vantaggio al 10′ grazie alla rete di Bianchimano, due minuti dopo il raddoppio di Leonetti. Ad avvio ripresa la Virtus Francavilla accorcia le distanze con Abate ma la marcatura di Bangu chiude di fatto la partita. Nel finale il raddoppio ininfluente di Abate che fissa il risultato sul 3-2.

In classifica la Reggina (43 punti e -1 dal Messina), tiene a distanza Monopoli (40) e Akragas (38). Per gli amaranto la salvezza, a due giornate dalla fine della stagione regolare, è più vicina.


COSENZA – AKRAGAS 1-0

COSENZA (4-4-2): Saracco 6; Corsi 6 Tedeschi 6 Pinna 6 D’Orazio 6; D’Anna 6,5 Ranieri 6 Calamai 6,5 Statella 5,5 (15′ st Cavallaro 7); Letizia 6,5 (35′ st Criaco sv) Baclet 6 (20′ st Mendicino 6). In panchina: Quintiero, Capece, Blondett, Meroni, Madrigali. Allenatore: De Angelis 6,5

AKRAGAS (3-4-2-1): Pane 6; Mileto 6 Riggio 6 Thiago 5,5 (38′ st Leveque sv); Longo 6 Coppola 6 (36′ st Cocuzza sv) Palmiero 6 Rotulo 6 (16′ st Russo 6); Sepe 5,5 Salvemini 6; Klaric 5,5. In panchina: Addario, Tardo, Sicurella, Privitera, Petrucci, Minacori. Allenatore: Di Napoli 6

ARBITRO: Carella di Bari 6

MARCATORE: 34′ st Cavallaro (C)

NOTE: spettatori 2017 di cui 12 ospiti. Ammoniti: Klaric (A), Corsi (C), Cavallaro (C), Saracco (C). Angoli: 5-4 per il Cosenza. Recupero: 2′ pt, 3′ st

COSENZA – Partita sofferta e decisa da un episodio di Cavallaro che porta in casa silana una vittoria importante. Tre punti conquistati e sesto posto in solitaria con tre punti di vantaggio sulla Virtus Francavilla (foto Farina).

Formazione confermata per i silani che optano per il 4-4-2 con Letizia e Baclet in avanti. I siciliani, invece, confermano il 3-4-2-1. Dal primo minuto Klaric come unico terminale offensivo dietro il duo formato da Sepe e Salvemini. Problemi fisici per Caccetta che non parte nemmeno dalla panchina.

CRONACA – La prima conclusione dell’incontro arriva al 3′. Calamai Cosenza - Akragas Ph farinaci prova dai 30 metri: Pane è attento e blocca senza problemi stendendosi sulla destra. L’Akragas prova a creare qualche sortita offensiva sino ad ora ben contrastata dalla retroguardia rossoblù. Occasione ghiotta al 18′ con Klaric che si divora una rete da posizione ravvicinata. Dopo 120 secondi Corsi perde un pallone in mezzo al campo ma Salvemini non ne approfitta e calcia fuori. Al 23′ Letizia sciupa in malo modo una buona sortita in avanti: palla alta sopra la traversa. Da calcio piazzato Letizia manda la sfera al lato quando l’orologio segna il minuto 38. L’Akragas si fa vedere dalle parti del portiere silano con una conclusione di Palmiero che non inquadra lo specchio della porta di Saracco. Due i minuti di recupero decretati da Carella di Bari: squadre negli spogliatoi.

Secondo tempo senza cambi per entrambe le squadre scese in campo al “Marulla”. Al 2′ della ripresa Salvemini la mette al centro ma per una questione di centimetri nessuno arriva all’impatto con la sfera. D’Orazio al minuto 5 tenta il tiro da calcio piazzato: Pane fa sua la palla. Scambio nello stretto tra Calamai e D’Orazio con relativa conclusione di quest’ultimo sulla quale il portiere si oppone. Al 15′ primo cambio per entrambe. Nel Cosenza Cavallaro prende il posto di Statella mentre Rotulo lascia spazio a Russo.

Baclet al 20′ abbandona il terreno di gioco: al suo posto Mendicino. L’Akragas continua ad attaccare al minuto 23 con Salvemini che sfiora il vantaggio con un tiro a giro. Al 34′ il Cosenza passa in avanti con un calcio piazzato di Cavallaro. Ultimo cambio per i silani con l’ingresso di Criaco e l’uscita di Letizia. Azione in solitaria di Calamai che si invola per oltre 40 metri: il suo tiro, però, termina al lato.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.