Ven. Mag 7th, 2021

Dopo il sold out del teatro dei pupi siciliani, torna la musica, ma questa volta italiana e cantautorale, giovedì al festival MigrArtes, evento a cura di Fondazione Horcynus Orca, Mana Chuma Teatro, Associazione Soledad e Teatro Le Rane, in programma fino al 30 aprile a Reggio. Protagonista il duo Ilaria Graziano e Francesco Forni, che dalle ore 21.30 salirà sul palco del Miramare per presentare al pubblico il suo repertorio, apprezzato in tutto il mondo. Autrice e interprete dalla voce straordinaria lei, chitarrista e compositore di grande talento lui, entrambi con un ricco percorso personale all’attivo, il loro album di esordio “From Bedlam to Lenane” (2012) è stato definito da Il Venerdì de la Repubblica «tra i più bei cd italiani degli ultimi cinque anni» e da Blow Up «un seducente meticciato folk». Nel 2013 il secondo album, “Come2Me”, conferma il successo con undici brani originali nati da un immaginario che ritroviamo nei romanzi di pirati, nei western, nei blues rurali. Musicalmente tocca a una chitarra, un banjo, un ukulele, una cassa tonda e all’intreccio delle due voci restituire queste atmosfere. Nel 2015 la consacrazione internazionale del duo, la ristampa dei dischi con l’aggiunta di brani inediti e la distribuzione in tutta Europa, Stati Uniti e Giappone, con ospitate, live, rotazioni sulle principali stazioni radio di settore, collaborazioni artistiche e partecipazioni a eventi come lo Sponz Festival diretto da Capossela a Calitri e lo Sziget Festival di Budapest. Inoltre, le loro canzoni sono state inserite nelle colonne sonore di diversi film, tra cui L’arte della felicità di Alessandro Rak, Maldamore di Angelo Longon, Un fidanzato per mia moglie di Davide Marengo e Arance e Martello di Diego “Zoro” Bianchi.

Intanto prosegue la sezione dedicata al cinema arabo del festival, con altre due anteprime europee (un corto e un lungometraggio) in arrivo direttamente dal Dubai Film Festival, proiettate alle ore 20.00 al Miramare. Con le due pellicole, si apre il filone tematico sul ruolo delle donne nella resistenza contro l’oscurantismo nelle società arabe, fil rouge delle proposte di “Mare di cinema arabo” fino a sabato. Ospite della serata la produttrice e regista libanese Nitry Reine. Il festival MigrArtes è finanziato dall’intervento “Creazione del Distretto culturale e relativa programmazione e organizzazione di eventi di rilevanza nazionale e internazionale” – PISU di Reggio Calabria POR FESR 2007-2013 – PAC Calabria 2007-2013.

(fonte StrettoWeb)

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.