RIACE, LUCANO ANNUNCIA: ‘ASILO NIDO GRATIS, ACQUA BENE COMUNE E AMBULATORIO MEDICO’

455

“Con una delibera di alcuni anni fa il Comune di Riace modificava lo Statuto comunale inserendo alla sezione V “Finanza E Contabilita’ ” il seguente articolo:  Il Comune di Riace riconosce che la gestione del Servizio  idrico integrato è un servizio pubblico privo di rilevanza economica il cui accesso rappresenta un diritto umano universale, imprescindibile per tutti e lo status dell’acqua come bene pubblico.

Era il primo atto verso un obiettivo importante coerente con le linee guida di una programmazione tendente ad affermare il bene comune come elemento centrale dell’azione politica”. Lo ha scritto in un post sul suo profilo Facebook il sindaco di Riace Domenico Lucano.

“Con l’approvazione del Bilancio 2017 abbiamo trasformato in realtà quello che sembrava impossibile: ridurre di oltre il 60% il costo del servizio idrico e di conseguenza applicare una riduzione sostanziale della tariffa per le fasce di consumo sino a 80 mc l’acqua è  gratuita da 80 a 200 mc 0,40 euro  da 201 a 300 0,60”.  Aggiunge Lucano annunciando che lunedì 8 maggio si aprirà il nuovo asilo nido comunale per accogliere circa 30 bambini da 3 36 mesi. “L’iscrizione è  gratuita”, annuncia il primo cittadino. L’asilo sara’ dedicato ad Aylan il bimbo siriano la cui immagine drammatica  a settembre del 2015 ha fatto il giro del mondo. Sarà  una opportunità per circa 13/14 disoccupati del luogo.

“Nelle prossime settimane, scrive ancora Lucano, sarà  operativo l’ambulatorio medico “Gimuel ”  nella sede dell’ex guardia medica nato da una collaborazione con il centro radiologico di Siderno come supporto medico per i cittadini locali e stranieri tutti questi  argomenti assieme ad altri  saranno al centro di un incontro  pubblico al quale invito chiunque  volesse partecipare  lunedì  primo maggio  alle h 20,00 presso la sede municipale”.

“Spesso, conclude, gli opportunismi, le burocrazie le formalita’ riducono il ruolo degli amministratori a  comparse coreografiche passerelle  di costumi  cravatte, fasce tricolori. Preferisco la bandiera rossa agitata dal vento nei cortei delle lotte sociali simbolo degli emarginati e di chi lotta contro le ingiustizie categoria a cui sento di appartenere.  Hasta Siempre”

 

ALESSANDRA BEVILACQUA

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.