Mar. Mag 11th, 2021

Volley Soverato-Delta Trentino 3-0

(25-17; 25-19; 25-23)

VOLLEY SOVERATO: Vujko ne, Lymareva ne, Travaglini 5, Caforio (L) ne, Caravello, Bertone 3, Demichelis 2, Zanotto 6, Manfredini 20, Gennari ne, Karakasheva 8, Bisconti (L). Coach: Saja

DELTA TRENTINO: Michieletto, Fondriest 9, Aricò 13, Bogatec, Kijakova 5, Zardo (L), Moncada 1, Montesi, Antonucci 1, Bortoli, Rebora 4, Coppi 8. Coach: Iosi

ARBITRI: Di Blasi e  Grassia

DURATA SET: 38’, 27’, 28. Tot 2h33’

SOVERATO – Con due giornate di anticipo il volley Soverato conquista i playoff. dEcisivo il successo pieno ottenuto contro Trentino, l’avversario che nella passata stagione diede una delusione alla compagine calabrese nella semifinale degli spareggi promozione. Nello scontro diretto i tre punti sono giunti a margine di un match nel quale le padrone di casa sono risultate a tratti devastanti. Le calabresi scendono in campo con l’ex Demichelis in cabina di regia e Manfredini opposto, al centro capitan Travaglini con Serena Bertone, schiacciatrici Zanotto e la bulgara Karakasheva con libero Bisconti. Parte bene la squadra di Saja subito avanti 4-1 con Manfredini e Bertone. Il vantaggio di dilata e Iosi chiama time out sul punteggio di 11-6. Mini break di Trentino (16-14) e questa volta è Saja a sospendere il match. Il Soverato rientra in campo con un altro piglio e allunga con Zanotto (19-15).  Sul 24-17 ci sono ben sette set point a disposizione, ma la squadra di casa chiude al primo tentativo grazie a Travaglini. Due ace di Travaglini aprono il secondo parziale. Il Soverato ha in mano il match (5-1)  e ne mantiene le redini anche dopo la timida reazione della Delta. Sul 21-14 i giochi sono fatti. Il calo di tensione accusato dalla formazione di Saja non pregiudica il risultato del secondo set chiuso ancora da Costanza Manfredini sul 25-19. Le biancorosse partono bene anche nel terzo set (6-2), ma dopo aver speso molto sul piano atletico, sono costrette a rifiatare (7-7). Arriva poi un parziale di 7-1 (14-8) ma non è sufficiente per abbattere la resistenza di Trento che si rifà sotto soprattutto grazie alla buona vena di Aricò. Inutile però perché sul 23-23 Manfredini regala la palla del match subito trasformata da Bertone che fa esplodere di gioia il PalaScoppa.

______________________________________________________________________

(25-22; 22-25; 20-25; 21-25)

Golem: Pereira Tifanny 20, Lestini 10, Quiligotti, Barbagallo (L), Vietti 5, Vrankovic 1, Guidi 5, Angelelli, Veglia 6, Moretti 13. Ne Tomaselli. All.: Giangrossi.

Battistelli: Vyazovic 11, Tallevi, Angelini 3, Battistoni 4, Giulodori 3, Saguatti 20, Agostinetto 22, Lanzini (L), Boccioletti, Rynk, Moretto 9. Ne Sgherza. All.: Marchesi.

Arbitri: Morgillo e Vecchione

PALMI – Scivolone casalingo per la Golem, che pure aveva cominciato bene la serata, aggiudicandosi il primo parziale e passando a condurre il secondo nella fase centrale del match. Ha sofferto la compagine calabrese, la prestazione altalenante della Pereira, questa volta non decisiva come al solito, che pure ha messo a segno 20 punti, concedendosi però tanti errori al servizio ed in fase di attacco dove le percentuali sono rimaste piuttosto basse. Ma nel complesso tutto il collettivo non ha reso nel modo migliore, mentre alla distanza la Battistelli ha trovato fluidità nel gioco e capacità realizzativa anche dalla linea dei nove metri, in particolare con Battistoni, autrice di 3 ace. Palmi ha accusato anche l’assenza forzata della Zanette ed ha ceduto in questo scontro diretto per i playoff, anche se la situazione di classifica non è affatto compromessa.

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.