Sab. Mag 8th, 2021
Ci vuole un’impresa, sì, ma questo Roccella può farcela: fino a che la matematica non condanna, si può pensare ancora alla salvezza diretta

Tre vittorie di fila. L’ultima, il capolavoro in casa della Cavese. Umore alle stelle in casa Roccella, che grazie a questo importante periodo di forma sprizza entusiasmo, utile a concludere al meglio il torneo.

Sì, perché la salvezza diretta è difficile, ma non impossibile. E’ dello stesso avviso il giornalista Antonello Lupis, che nelle colonne odierne di Gazzetta del Sud elenca i motivi per cui è ancora possibile sperare: “Innanzitutto – si legge – con i tre successi il team ionico, salvo disastrose prestazioni nelle ultime tre giornate di campionato, si è in pratica già assicurato in casa lo scontro playout (con Sarnese o Castrovillari). Trattandosi, inoltre, di uno scontro secco, la squadra di Galati, oltre che giocare in casa, potrà contare su due risultati utili, ossia vittoria o pareggio”.

E qui si arriva al dunque: “Ma non è tutto. In queste ultime tre gare, infatti, se il Roccella riuscisse ad aumentare il vantaggio sulla Sarnese e sul Castrovillari (attualmente a 4 e 5 punti di distacco) ad otto lunghezze, taglierebbe direttamente il traguardo della salvezza senza neppure disputare lo spareggio playout”.

Speranze, sogni. Intanto, la prima tappa è domenica: occorrerà battere in casa il fanalino di coda Sersale. Le ultime: “Contro i catanzaresi Galati potrà contare, rispetto alla vittoriosa trasferta di Cava de’ Tirreni, sul rientro dei centrocampisti Momo Laaribi e Adam Khanfri. In attacco, comunque, dovrebbe essere confermato il trio composto da Ficarrotta, Franco e Santaguida”.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.