Dom. Mag 9th, 2021

 

Il Pubblico Ministero dott. Ezio Arcadi, Sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Locri,
Ha notificato a
1. C. F., architetto, nato a Bovalino (RC) n.q. di progettista e direttore dei lavori di ampliamento dell’area cimiteriale di Bovalino, nonché di collaudatore statico dei medesimi lavori.
2. C. D., geometra, nato a Bovalino  n.q. di progettista dei lavori di ampliamento dell’area cimiteriale di Bovalino.
3. F. G., architetto, nata in Australia  n.q. di collaudatore dei lavori di cui sopra.
4. F M, nato a Bovalino n.q. di l. r. della snc MOVITER COSTRA , subappaltatrice dei lavori di cui sopra.
5. G. F. nato a Bovalino , ingegnere, quale Responsabile U.O.T. e Rup pro tempore.
6. M. R., nato a Mesoraca (Kr) quale l.r. della srl Emmedue corrente in Lamezia T., titolare dell’appalto dei lavori.
7. S. B., architetto, n. Bovalino , quale Responsabile U.O.T. e Rup pro tempore.
8. V. G., architetto, n. Scilla  res. Bovalino, n.q. di Dirigente l’UTC di Bovalino e Rup.
un AVVISO AGLI INDAGATI DELLA CONCLUSIONE DELLE INDAGINI PRELIMINARI per il delitto di cui:

CF

per avere, nella qualità sopra specificata, in sede di relazione a struttura ultimata depositata presso il G.C. di Reggio C. il 23.06.010, attestato falsamente la corrispondenza tra i lavori realizzati ed il progetto depositato presso lo stesso Ufficio in data 27.10.04

F. G.

per avere, nella qualità sopra specificata, in sede di collaudo statico delle strutture depositato presso il G.C. di Reggio C. il 10.05.010, attestato falsamente la corrispondenza tra i lavori realizzati ed il progetto depositato presso lo stesso Ufficio in data 27.10.04

C. F, C.D, e V.G.

per avere, nella qualità sopra specificate, in sede di certificato di regolare esecuzione delle opere del 06.06.010, attestato falsamente che i lavori erano stati regolarmente eseguiti, secondo quanto previsto dal progetto approvato
Accertati in Locri, il 20.04.016

F. C.,  C. D., M. R., F. G. e F. M.

per avere, nelle rispettive qualità sopra specificate, commesso frode nell’adempimento degli obblighi derivanti dal contratto di appalto dei lavori di ampliamento del cimitero comunale di Bovalino, in particolare impiegando calcestruzzo avente caratteristiche di resistenza inferiori rispetto a quanto previsto dal capitolato speciale di appalto e dagli elaborati di progetto, presentando il detto calcestruzzo, in sede di verifica, resistenza media pari a 19.03 N/mmq, in luogo di 28.5 N/mmq
Fatto accertato in data 03.04.17, presso il laboratorio autorizzato TECNO-SUD srl

Tutti:
per avere, in concorso, nella qualità per ciascuno sopra specificata, ricorrendo agli artifici e ai raggiri meglio descritti ai capi che precedono nonché al capo F-, e inoltre mancando i vari R.u.p. (succedutisi nei compiti di vigilanza e approvazione nei vari momenti dell’appalto) di rilevare che i lavori venivano eseguiti in corso d’opera dall’Impresa affidataria (e dal subappaltatore) in totale difformità rispetto agli elaborati di progetto sia dal punto di vista della qualità dei materiali impiegati, sia sotto il profilo delle variazioni planimetriche ed altimetriche (v. foll. 4 e 5 della c.t. dep. 13.04.017), indotto in errore il Comune di Bovalino, con ingiusto profitto delle Imprese esecutrici ( cui veniva riconosciuto il prezzo di opere profondamente diverse da quelle dedotte in contratto) e corrispondente danno dell’Ente pubblico
Tutti:

Capo F-
110-434 c.p. per avere, in concorso, avvalendosi delle condotte meglio descritte ai capi che precedono, commesso fatti diretti a cagionare all’interno dell’area cimiteriale di Bovalino il crollo dei muri meglio evidenziati nell’allegato 43 lettera E della c.t. dep. 13.04.017, tanto vero che in data 09.12.15 e 20.03.15 venivano registrati da Tecnici incaricati dal Comune di Bovalino significativi scorrimenti e conseguenti distacchi dei muri siti tra i campi D e E e D e C
Tanto
a) in virtu’ delle condotte di cui ai capi che precedono
b) impiegando calcestruzzo di minor resistenza per come esposto al capo..;
c) riducendo la profondità di posa delle fondazioni;
d) assegnando ai muri che si andavano a realizzare uno spessore inferiore a quello che avrebbero dovuto mantenere in considerazione della maggiore altezza (rispetto a quella di progetto) raggiunta;
e) riducendo arbitrariamente il numero dei muri che da progetto dovevano essere realizzati e meglio individuati nell’allegato 43 lettera E della c.t. dep. 13.04.017,
Acc. in Bovalino il 09.12.15, il 20.03.15 e il 02.03.17 (data del sopraluogo del C.t. del PM)

Gli indagati hanno facoltà, nel termine di venti giorni, di presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione relativa ad investigazioni del difensore, chiedere a questo pubblico ministero il compimento di atti di indagine, presentarsi per rilasciare dichiarazioni ovvero chiedere di essere sottoposto ad interrogatorio.

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.