Eccellenza | Locri, sulle ambizioni future pesa il restyling dello stadio

212

La presidente Modafferi si dice preoccupato. Nel frattempo la dirigenza è sulle traccie di un direttore sportivo.

Sta per muovere i primi passi della prossima stagione l’A.C. Locri 1909 dopo la meritata permanenza nel torneo di Eccellenza. La dirigenza ha manifestato da tempo la voglia di proseguire e di migliorare la performance della stagione appena trascorsa, anche se naturalmente i problemi da affrontare sono numerosi.

Innanzitutto il problema campo: com’è noto l’amministrazione comunale, lo scorso 13 gennaio, ha presentato il progetto del nuovo manto in erba sintetica, che va a completare un impianto di assoluto valore. A distanza di quasi sei mesi, però, la data di inizio lavori non appare imminente, per cui molto chiare sono le parole del presidente Antonella Modafferi sull’argomento: “Non posso non manifestare concrete preoccupazioni per la situazione dello stadio; comprendiamo che le procedure non sempre sono preventivabili in relazione ai tempi, ma avremmo necessità di conoscere qualche dato preciso, anche al fine di programmare adeguatamente l’ormai certa indisponibilità della struttura per qualche tempo. circostanza che ovviamente non ci fa piacere”.

E’ chiaro che la situazione dello potrebbe rivelarsi un serio ostacolo per le ambizioni amaranto, tenuto soprattutto contro che, ormai, appare chiaro che i terreni in terra battuta, solo per fare un esempio, non appaiono più confacenti agli schermi veloci di gioco. La presidente, comunque, guarda soprattutto al futuro: “Ci attrezzeremo senza’altro per migliorare le prestazioni della scorsa stagione; abbiamo in corso alcuni contatti per dotarci di un direttore sportivo, figura intermedia tra dirigenza e squadra di cui si sente la necessità e, inoltre, sono in programma altre interlocuzioni con possibili nuovi dirigenti. Inoltre la società è aperta al contributo di gruppi che vogliamo, in qualunque modo, far parte della società.

Per quanto riguarda l’allenatore abbiamo l’intenzione di proseguire con Francesco Ferraro, allenatore serio e preparato, che ha fatto bene nella stagione appena trascorsa, dobbiamo ancora incontrarlo spero che si possa andare avanti insieme.

L’ organico della prossima stagione dovrebbe essere profondamente  rinnovato,  a partire dal blocco under, considerato lo slittamento di un anno (saranno necessari, sempre in campo, un ’98 e due ’99), interamente da rinnovare. Presto, naturalmente, per fare nomi; davanti pare comunque scontata la conferma di Gigi Iervasi.

Decisive, infatti, le reti del centravanti nella scorsa stagione (16 infatti le marcature del capitano sul totale di 35, quasi la metà), frutto soprattutto di una consolidata maturità agonistica e tattica, accompagnata da un’ottima condizione fisica.

(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.